“Ich War Da_Io Ero Là”: spettacolo teatrale per ricordare la strage di Sant’Anna di Stazzema, 75 anni dopo - Eventi Versiliatoday.it

“Ich War Da_Io Ero Là”: spettacolo teatrale per ricordare la strage di Sant’Anna di Stazzema, 75 anni dopo

“Ich War Da_Io Ero Là”: spettacolo teatrale per ricordare la strage di Sant’Anna di Stazzema, 75 anni dopo

Sant’Anna di Stazzema, 12 agosto 1944: “Ich War Da_Io Ero Là”. Si chiama così lo spettacolo ideato dall’attore Marco Brinzi e voluto e sostenuto fortemente dall’amministrazione comunale di Lucca, per ricordare la strage di Sant’Anna di Stazzema in occasione del 75° anniversario e restituire giustizia alle vittime, e ai familiari, di quel drammatico giorno, che costò la vita a 560 persone.

L’appuntamento è per venerdì 20 settembre, alle 21, al Teatro San Girolamo: lo spettacolo è a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili. Sarà possibile andare a ritirare i biglietti già dal pomeriggio di venerdì 20, al Teatro del Giglio, in orario 15-18 oppure direttamente al San Girolamo a partire dalle ore 20. La visione dello spettacolo è sconsigliata a un pubblico di età inferiore a 14 anni.

 

Lo spettacolo è stato presentato questa mattina dall’assessora alla continuità della memoria storica, Ilaria Vietina e dagli attori Marco Brinzi e Caterina Simonelli.

Marco Brinzi torna così a Lucca per proporre, a due anni di distanza dal monologo teatrale “Autobiografia di un picchiatore fascista”, un altro spettacolo inedito, che permette alla città di aggiungere un altro tassello in quel progetto di teatro impegnato che attualizza e valorizza la memoria e che troverà piena attuazione nell’apertura della Casa della memoria e della pace.

 

“La memoria è tale solo se trova una ricaduta, un riflesso nel presente – spiega l’assessora Vietina -. Abbiamo bisogno di strumenti nuovi per avvicinare le persone e attualizzare ciò che è stato: solo così la memoria diventerà pratica quotidiana, necessaria e indelebile. Gli spettacoli teatrali, i videodocumentari, la presenza nelle scuole sono tutti tasselli di questo percorso, al quale andremo ad aggiungere un luogo fisico, che oggi manca: la Casa della memoria e della pace, che inaugureremo sabato mattina sulle Mura, nella Casermetta sopra Porta San Donato”.

 

Un ipotetico dialogo tra un giornalista e uno dei massacratori della strage di Sant’Anna di Stazzema, così si sviluppa lo spettacolo che porterà in scena anche le fotografie di Oliviero Toscani tratte dal libro “12 agosto 1944 – I bambini ricordano” da cui è stata tratta una mostra itinerante, che sta girando per tutta Italia, e un’esposizione permanente al Museo Storico della Resistenza di Sant’Anna di Stazzema.

Brinzi, nelle vesti del massacratore nazista, compirà un esercizio di memoria, attraverso cui riflettere su come un evento del passato possa lasciare tracce nel presente ed è per questo motivo che ricordare diventa un’azione necessaria e quotidiana. Accanto a lui sul palco ci sarà l’attrice Caterina Simonelli, che indosserà i panni di un’eroina alla ricerca di una profonda giustizia, quella che dia una degna sepoltura ai suoi cari e al suo passato.

 

“Ho concepito questo spettacolo come omaggio ai superstiti che hanno vissuto un’esistenza segnata in maniera indelebile da quel giorno di agosto e che hanno vissuto lo smacco di una giustizia che è arrivata in modo troppo tardivo e comunque, senza un compimento. L’antidoto a tutto questo è la memoria che dobbiamo difendere ogni giorno” aggiunge Brinzi.

 

 

I protagonisti:

(Visitato 129 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 17-09-2019 13:02