Il rilancio del Premio Letterario Massarosa con la Fondazione Pomara Scibetta - Cultura Versiliatoday.it

Il rilancio del Premio Letterario Massarosa con la Fondazione Pomara Scibetta

Presentato questa mattina in comune a Massarosa il piano per il rilancio del Premio letterario Massarosa, uno dei primi in Italia insieme al premio Viareggio Repaci.

Dopo la sua rinascita avvenuta nel 2004 dopo molti anni di stop – ha esordito il sindaco Alberto Coluccini –  il PLM ha l’esigenza di passare dallo status di premio di seconda fascia a livello nazionale a protagonista della scena editoriale italiana.
“Le condizioni economiche disastrose nelle quali versa il comune di Massarosa, ci avrebbero imposto di sospendere nuovamente la realizzazione del PLM. Questo sarebbe stata una sconfitta per tutte le persone che dal 2004 hanno lavorato sodo per far rinascere questo importante appuntamento e per le amministrazioni tutte che molto hanno investito per la sua realizzazione”.

Firmato il protocollo d’intesa tra Comune di Massarosa e Fondazione Pomara Scibetta.

Eravamo dunque ad un bivio – continua il Sindaco – ma grazie al sostegno del dottor Scibetta e della sua fondazione, all’idea di chiudere abbiamo sostituito la certezza di un rilancio e sviluppo nazionale.

Il dottor Giuseppe Scibetta che per la sua azione di filantropia sul territorio ha ricevuto nel 2018 la cittadinanza onoraria del Comune di Massarosa, ha visto nel rilancio del Premio letterario Massarosa un’opportunità di diffondere i principi alla base della Fondazione Pomara Scibetta e una possibilità concreta di sostenere la sua terra d’adozione.

Sono venuto nel comune di Massarosa da Milano circa 10 anni fa – dichiara il dottor Giuseppe Scibetta – perché cercavo un piccolo Oliveto che mi garantisse una produzione di Olio di Oliva ad uso personale, poi mi sono innamorato della zona e con la fondazione che porta il nome della nostra famiglia abbiamo ritenuto opportuno sostenere le attività artistiche e culturali di rilevo sul territorio.

Dopo una serie di colloqui con il Sindaco, abbiamo convenuto che la fondazione Pomara Scibetta dovesse, così come il PLM, fare un salto di qualità passando da semplice sponsor della manifestazione a parte attiva nella sua realizzazione e promozione. Per questo motivo che questa mattina sigleremo l’accordo che lega i due enti fino al 2025.

L’impegno economico della fondazione sarà di oltre 11 mila euro per la realizzazione del Premio e della copertura delle spese di promozione e comunicazione.
Il nostro intento – continua Scibetta – è di portare il PLM fra i più importanti Premi letterari d’Italia al pari del Campiello, dello Strega e del Repaci.

La Fondazione aveva già preso parte al PML donando la scultura “Libero” di Emiliano Filippi, la cui miniatura è utilizzata come trofeo per la vittoria del premio.

Libera - Premio Letterario Massarosa - Emiliano Filippi - PLM
Libero – Premio Letterario Massarosa – Emiliano Filippi – PLM

Lo scorso hanno – ancora il dottor Scibetta – avevo notato la stortura di non avere un simbolo che contraddistinguesse il premio e di conseguenza un dono da fare ai vincitori.
Facemmo allora un concorso di idee al quale presero parte 12 scultori, da lì la designazione di “LIBERO” come simbolo del premio. Ad ogni edizione la statuetta, come un vero e proprio Oscar, verrà donata al vincitore.

Dottor Giuseppe Scibetta Fondazione Pomara Scibetta
Dottor Giuseppe Scibetta Fondazione Pomara Scibetta

La Fondazione Pomara Scibetta – dichara il Dott. Giuseppe Scibetta, Presidente della Fondazione – ha nelle sue stesse corde, il sostegno, la promozione e la diffusione dell’arte e della cultura in ogni sua forma, è per noi un grande privilegio poter essere a fianco dell’Amministrazione Comunale di Massarosa. Daremo il nostro contributo affinchè questo Premio Letterario trovi spazi più ampi e di risonanza nazionale.

PLM – Una formula vincente da mantenere e da implementare

Il premio letterario Massarosa fu fin dal 2004 caratterizzato da una formula innovativa rispetto a tutti gli altri premi d’Italia: I 5 libri finalisti vengono rappresentati e interpretati in una piece teatrale così da dare vita alle opere in concorso – cosa molto gradita anche da autori ed editori – con l’obiettivo anche di alleggerire una serata stuzzicando la curiosità anche di un pubblico poco avvezzo alla lettura, insomma rendere un evento legato ad un pubblico di nicchia più “nazionalpopolare”

Dal 2017 il PLM ha istituito anche il Premio Copertina

Un’altra novità introdotta dal PLM è stato il premio per la grafica di Copertina, tributando la grande importanza che i grafici hanno nella vendita e diffusione di un libro.
Entrare in una libreria – interviene Michela dell’Innocenti, assessore alla Cultura – è quasi un atto intimo, girare nel silenzio fra gli scaffali per scegliere il proprio titolo è una delle cose che a moltissimi piace fare.
Fra i molti stimoli che si ricevono nella scelta di un libro piuttosto che un altro è proprio la copertina, che “ti chiama” e fa si che tu prenda il libro in mano e ne legga l’estratto.
Perciò vogliamo mantenere e sviluppare anche questa parte premiando anche in termini economici la miglior copertina, quella che avrà il miglio linguaggio iconico e riconducibile al contenuto.

“Stiamo particolarmente onorati – hanno commentato il sindaco Alberto Coluccini e l’assessore alla cultura Michela Dell’Innocenti – di questo importante accordo.
Siamo certi che con il contributo della Fondazione il Premio Letterario potrà crescere e ritagliarsi il ruolo che merita nel panorama nazionale dei premi letterari. Siamo particolarmente grati al dottor Scibetta – hanno aggiunto – che ha compreso la situazione difficile di bilancio di questo ente.
L’attenzione, la cura e l’amore per la cultura della Fondazione che presiede ha fatto il resto: un gesto di grande magnanimità verso la cittadinanza di Massarosa e nei confronti di uno dei fiori all’occhiello di questo Comune: il PML. Senza questo aiuto – hanno concluso – rischiava di saltare anche l’edizione 2019 del premio, visto che la precedente amministrazione non aveva lasciato un solo euro in bilancio per l’organizzione e le premiazioni”.

Fondazione Pomara Scibetta

La Fondazione Pomara Scibetta Arte Bellezza Cultura nasce il 28 luglio 2011 con lo scopo di promuovere la comprensione e la consapevolezza della bellezza nelle opere d’arte e nella natura. Nello statuto si prefissa di “promuovere la bellezza e i mezzi (in-)formativi per renderla comprensibile e percettibile studiando, incoraggiando, formando e diffondendo espressioni della cultura e dell’arte, rivolgendosi soprattutto al patrimonio culturale italiano e ai beni di interesse storico, artistico e monumentale nonché ai link artistico–culturali esistenti tra le varie regioni europee e tra queste e il mondo americano e orientale. Per questo sosteniamo l’arte in ogni sua forma coinvolgendo i cittadini, le comunità locali e i territori di volta in volta coinvolti nei progetti per avvicinare le singole persone e renderle partecipi delle bellezze del nostro Paese”.

Il 9 novembre 2019 La serata Finale del PLM

Definita anche la data della serata finale del Premio Letterario Massarosa: la cerimonia di premiazione, inizialmente in programma il 12 ottobre, si terrà sabato 9 novembre al teatro Vittoria Manzoni di Massarosa.

“Si avvicina la serata della premiazione del Premio Letterario Massarosa – commenta l’assessore alla cultura Michela Dell’Innocenti – che per questa edizione conferma anche l’alto livello che la manifestazione sta raggiungendo: la scelta per i giurati popolari non sarà facile”.

La Giuria

Viene confermata la giuria tecnica del premio, mentrè cambia la giuria per il “premio grafica di copertina”, riservato non solo ai cinque finalisti ma a tutte le opere in concorso: ne faranno parte lo stesso Giuseppe Scibetta assieme al fotografo Amerigo Pelosini, l’editore Paolo Salvetti e l’artista Giorgio Angeli.

I finalisti del Premio Letterario Massarosa PLM – Edizione 2019

Ricordiamo i finalisti del Pml, selezionati dalla giuria tecnica: Niente caffè per Spinoza, Alice Cappagli (Einaudi), La lettrice di Čechov, Giulia Corsalini (Nottetempo), Lux, Eleonora Marangoni (Neri Pozza), Corpo a corpo, Silvia Ranfagni (e/o), L’inverno di Giona, Filippo Tapparelli (Mondadori).
Tra loro il vincitore assoluto sarà proclamato grazie al voto popolare durante la serata finale del 9 novembre.

(Visitato 185 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 05-10-2019 15:43