L’8 ottobre 2019 a Capannori (LU), all’interno della Villa Reale di Marlia, alla presenza del Soprintendente per le provincie di Lucca e Massa-Carrara Angela Acordon, del Sindaco di Capannori Luca Menesini e del Comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Napoli, Maggiore Giampaolo Brasili, si svolgerà la cerimonia di riconsegna della scultura raffigurante Testa di un consigliere della tomba di Arrigo VII a Pisa dell’autore Tino di Camaino (1280-1337), asportata dalla citata Villa. Il furto era stato denunciato, nel settembre 2014, a seguito di un sopralluogo effettuato dalla Soprintendenza.

 

L’attività, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli – VII Sezione Beni Culturali – è scaturita da approfondimenti investigativi all’esito di una serie di perquisizioni, effettuate nelle ville dell’isola di Capri (NA) e durante le quali già venivano recuperati 10 importati dipinti asportati presso un’abitazione privata di Roma.

Di fondamentale importanza per l’individuazione dei preziosi beni è risultata la comparazione delle loro immagini, con quelle contenute nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che ne ha confermato la provenienza illecita.

La restituzione odierna, avvalora, altresì, l’importanza dell’opera di sinergia che le articolazioni di questo Comando e le Soprintendenze, relativamente alle operazioni di catalogazione e censimento dei beni culturali del territorio di competenza.

(Visitato 73 volte, 1 visite oggi)
TAG:
carabinieri marlia napoli opera trafugata villa reale

ultimo aggiornamento: 08-10-2019


Muore al pronto soccorso, l’asl si attiva per i riscontri diagnostici

20mila accessori per cellulari sequestrati dalle Fiamme Gialle in un negozio