Bretella, nuovo incontro con tecnici del Ministero - Politica Versiliatoday.it

Bretella, nuovo incontro con tecnici del Ministero

“Ieri ho tenuto un nuovo incontro con i tecnici del Ministero dei Trasporti per sollecitare il declassamento della “Bretella”, un obiettivo a cui stavamo lavorando con il precedente ministro. Con il cambio del governo anche al Ministero dei Trasporti ci sono stati dei fisiologici ritardi, tuttavia, ancora ieri ho ricordato l’importanza che rappresenta questo tratto autostradale per le comunità locali. Un’importanza che è stata più volte sollecitata anche dalle amministrazioni locali con le quali sono stato in contatto in questi mesi, in particolare con il sindaco Alessandro Del Dotto di Camaiore. Purtroppo, ad oggi, da Viareggio, nonostante diversi solleciti,  non ho ricevuto una chiara posizione su tale tema che però riguarda e interessa direttamente anche i cittadini viareggini, ma credo e auspico che a breve l’amministrazione esprimerà il suo parere”.

Lo rende noto il senatore viareggino dei 5 stelle Gianluca Ferrara:

“Data la scadenza della Concessione autostradale e il lavoro già svolto in questi mesi, ho chiesto di dare priorità a tale argomento che merita di trovare una giusta conclusione che possa essere gradita ai cittadini versiliesi. Tra l’altro è notizia di pochi giorni orsono dell’avvio di un processo presso il Tribunale di Lucca per una bambina deceduta nel tamponamento dell’auto su cui viaggiava con la madre il 15 Luglio 2017, proprio per un’auto ferma lungo la carreggiata per la mancanza della corsia di emergenza.

Questa Bretella Autostradale, lo ricordiamo, così com’è, classificata come autostrada, non è assolutamente a norma con il Codice della strada essendo senza corsia di emergenza, è pericolosissima, e negli ultimi anni gli incidenti, e purtroppo i decessi, sono stati molti. Declassarla, ridurvi i limiti di velocità, renderla superstrada gratuita e metterla in sicurezza è una priorità per tutti i cittadini pendolari della zona e di chiunque vi transiti, e quindi una priorità del Movimento Cinque Stelle su cui ci batteremo fino ad ottenere i giusti diritti”.

(Visitato 220 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 24-10-2019 8:32