Ha preso il via in questi giorni il processo partecipativo «Partecipa la Comunità» ideato dal Comune di Viareggio e realizzato con il sostegno dell’Autorità regionale per la partecipazione della Toscana: un progetto per il quale il Comune ha ottenuto 22mila euro, il contributo più ingente tra quelli assegnati nell’ultimo bando pubblico dell’Autorità agli Enti pubblici toscani.

Come si ricorderà l’Amministrazione comunale ha stanziato 500mila euro per il Bilancio Partecipato, 250mila per Torre del Lago e altrettanti per Viareggio: saranno i cittadini, attraverso il supporto di un professionista esperto di tecniche di partecipazione e del personale del Comune, a scegliere, progettare e decidere quali opere pubbliche realizzare.

In una prima fase, che si svolgerà tra gennaio e febbraio 2020, saranno 80 cittadini estratti a sorte dalle liste anagrafiche del Comune (40 residenti a Viareggio e 40 a Torre del Lago) ad analizzare le attività realizzate dal Comune, per poi dedicarsi alla progettazione di veri e propri progetti per finanziare lavori pubblici sul territorio. A marzo tutta la popolazione sarà chiamata a scegliere, attraverso una votazione, i due progetti vincitori (uno per ciascuna area geografica) che saranno concretamente realizzate.

Intanto è iniziato lunedì 2 dicembre il reclutamento degli 80 cittadini. Partendo delle liste estratte a sorte, persone incaricate dal Comune consegnano a domicilio la lettera di nomina a firma del sindaco e chiederanno ai sorteggiati l’accettazione del loro ruolo. In caso di rifiuto, si procederà a contattare le riserve, anche queste estratte a sorte.

«Un’occasione importante – commenta il sindaco Giorgio Del Ghingaroper un impegno di poche ore, che rende il cittadino parte attiva della vita amministrativa comunale. Viareggio, da sempre, esprime grande voglia di partecipazione: è arrivato il momento di mettere insieme idee e prospettive».

(Visitato 215 volte, 1 visite oggi)

Viareggio è amica di Geronimo Stilton!

Viareggio rende omaggio a Giorgio Michetti: Danae in esposizione alla Gamc