Impianto rifiuti Sea Risorse, Massarosa dice no - Comune Massarosa, Comune Viareggio, Politica Massarosa, Politica Viareggio, Sea Versiliatoday.it

Impianto rifiuti Sea Risorse, Massarosa dice no

L’amministrazione comunale di Massarosa esprime piena contrarietà sul progetto SEA per realizzare un ulteriore impianto di gestione e codigestione del rifiuto organico (fanghi e forsu) presso il depuratore a Viareggio, nella zona della Migliarina e con accesso dalla strada via Poggio alle Viti a Massarosa.

Nel caso specifico – spiega il Comune in una nota – si interviene su un impianto già condiviso tra due soggetti e che ha bisogno di essere adeguato: anche a giudizio dei nostri tecnici permangono problematiche di carattere di sicurezza, gestionale e tecnico-operativo”.

Il progetto che prevede il trattamento di materiale organico dalla differenziata avrà un sicuro impatto a livello odorigeno, andando a creare una nuova fonte di cattivi odori in un’area che già in passato è stato oggetto di grandi problematiche di questo tipo, mai risolte. Un problema, quello dei cattivi odori, che vista la vicinanza della zona con il nostro territorio, andrebbe a creare disagio anche a Massarosa: in altre parole l’impianto andrebbe ad avere ricadute negative per il territorio di Massarosa. Come previsto dalla legge regionale il rilanscio dell’autorizzazione dovrebbe essere condizionato ad uno studio preventivo sulle maleodoranze, in modo da misurare scientificamente il contributo aggiuntivo dell’impianto”.

Ci sono poi altri aspetti da chiarire. “Non è molto chiaro inoltre – prosegue la nota – il motivo per cui si dovrebbe creare un nuovo impianto per il trattamento dei riufiti quando esiste già un impianto riconosciuto da Ato che potrebbe accogliere una mole di organico molto maggiore con opportuni lavori di adeguamento. Questo nuovo impianto infatti sarebbe ‘piccolo’ di dimensioni ma allo stesso tempo capace di creare grandi problematiche a livello locale. Abbiamo fin troppi rifiuti in Versilia e quello proposto è inutile, non previsto dal piano regionale per i rifiuti e non si capisce, a parte una logica privatistica, quali miglioramenti generali andrebbe ad apportare per la collettività”.

“Inoltre la strada di accesso all’impianto non è adeguata: Massarosa non è disponibile ad incrementare sulla propria viabilità locale il numero di veicoli in transito che trasportano rifiuto organico. Infine non è chiara la fretta con cui si vuole arrivare all’approvazione di questo progetto: a nostro avviso andrebbero interpellati anche gli enti competenti per le necessarie delucidazioni. Ci auguriamo che questa pressione sulle tempistiche non sia dettata dalle imminenti elezioni che riguardano la Regione Toscana…”

(Visitato 349 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 06-12-2019 16:33