Droga, beccato in flagrante a spacciare - Cronaca Pietrasanta, Top news Versiliatoday.it

Droga, beccato in flagrante a spacciare

La Polizia di Stato arresta in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un cittadino del Marocco di 28 anni

H.K. di anni 28, cittadino del Marocco residente a La Spezia ma attualmente senza fissa dimora, alle ore alle ore 02.10 del 1° gennaio 2020 è stato tratto in arresto poiché sorpreso nella flagranza di reato prevista e punita dall’articolo 73 comma 1 del D.P.R. 309/90 (detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente) in Pietrasanta (LU).

Personale della Squadra Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Forte dei Marmi, nel corso del servizio di vigilanza del territorio in occasione dei festeggiamenti del Capodanno, percorrendo una strada periferica del comune di Pietrasanta, notava un uomo a bordo di uno scooter che alla vista degli operanti cercava di eludere eventuali controlli entrando nel parcheggio di un locale della zona.

Affiancato con i sistemi di segnalazione luminosa accesi, l’uomo inizialmente sembrava che avesse intenzione di fermarsi ma alla richiesta di documenti repentinamente si allontanava cercando di fuggire.

Subito inseguito, agli operanti non sfuggiva la mossa fatta durante la fuga, ovvero il lancio di un oggetto scuro a lato strada; raggiuntolo dopo qualche centinaio di metri, l’uomo veniva fermato e identificato per H.K. di anni 28, cittadino marocchino, clandestino sul territorio italiano.

Recuperato “l’involucro scuro”, che risultava essere un calzino con all’interno 29 palline di colore bianco, confezioni termosaldate contenenti sostanza stupefacente, che dopo le analisi con il narcotest svolte dall’Operatore di Polizia Scientifica del Commissariato, risultava essere sostanza stupefacente del tipo “Cocaina” del peso lordo di circa 20 grammi.

L’uomo veniva trovato in possesso della somma di euro 420,00, ritenuta provento dell’attività di spaccio, che veniva sottoposta a sequestro probatorio.

Ulteriori accertamenti permettevano di appurare che H.K. annovera precedenti per reati della stessa specie e che non ha mai conseguito la patente di guida per la conduzione di motoveicoli come quello usato durante la commissione del reato, per cui verrà segnalato alla Prefettura di Lucca per tale violazione.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Lucca, subito informata, veniva trasferito al carcere di Lucca in attesa del giudizio con rito direttissimo che avrà luogo nella giornata odierna.

cof
(Visitato 4.737 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 02-01-2020 11:53