La Polizia di Stato indaga un cittadino extracomunitario, autore di furto al supermercato - Cronaca Forte dei Marmi, Top news Versiliatoday.it

La Polizia di Stato indaga un cittadino extracomunitario, autore di furto al supermercato

Nell’ambito dei servizi di prevenzione da parte della Polizia di Stato, nel primo pomeriggio di ieri personale della Squadra Volante del Commissariato di Forte dei Marmi ha denunciato un cittadino extracomunitario, M.B. di anni 40, che aveva asportato della merce – non alimentare – dagli scaffali di un supermercato di Pietrasanta.

Questi, poco prima delle 14.30, veniva notato da un cliente mentre prelevava merce dagli scaffali e la infilava in una borsa sportiva. Avvisata immediatamente una dipendente dell’esercizio, questa iniziava ad osservare le mosse dell’uomo e una volta resasi conto che nel frattempo stava guadagnando l’uscita senza passare dalle casse, intimava all’uomo di fermarsi ma a quel punto fuggiva cercando di far perdere le sue tracce.

Allertato, il direttore dell’esercizio ed un dipendende si mettevano all’inseguimento a piedi lungo la statale Aurelia e la loro tenacia dava un primo risultato poiché il fuggitivo, sentitosi braccato, lasciava cadere a terra la borsa, forse con l’intento di far desistere i due dal continuare ad inseguirlo.

Nel frattempo, allertato il 113, l’equipaggio della Volante del Commissariato di Forte dei Marmi, che si trovava a poca distanza dal luogo dell’evento, raggiungeva l’uomo che veniva bloccato e recuperava la borsa.

Una volta aperta, scoprivano che aveva prelevato prodotti per l’igiene orale (compresi spazzolini elettrici), deodoranti per il corpo, calze, boxer da uomo, gel per capelli per un valore totale di poco superiore alle 200 euro.

La merce, dopo verifica del valore, veniva restituita al direttore dell’esercizio commerciale, mentre l’uomo veniva condotto presso gli Uffici del Commissariato dove, accertato che non aveva una fissa dimora, che era stato identificato molte altre volte in città della Calabria, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Toscana, dove aveva commesso reati contro il patrimonio, inosservanza normativa sugli stranieri, stupefacenti, guida senza patente, violazione di domicilio, falsi in genere, ogni volta dando generalità diverse, veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato.

(Visitato 268 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 08-01-2020 12:48