Grande lavoro svolto dalla giunta Coluccini che nonostante il dissesto riesce a rimodulare le tariffe delle mense così da non gravare sulle fasce più deboli che, anzi, sono salvaguardate e in molti casi otterranno un risparmio. L’amministrazione comunale ha modificato il regolamento e le tariffe per il servizio di refezione scolastica. “Ci siamo mossi – spiega il sindaco di Massarosa Alberto Coluccini – con un doppio obiettivo. Avevamo l’obbligo di riallineare i costi e prevedere una maggiore copertura da parte dell’utente del costo del servizio della mensa. Ma siamo ugualmente riusciti a proteggere le fasce di reddito più basse, mantenendo il servizio gratuito per i meno facoltosi. Non c’è alcun aumento indiscriminato: al contrario abbiamo semplificato e introdotto fasce di reddito più alte”

Confronto tariffe

 

Crediamo sia un risultato da rimarcare, visto che anche con l’appello al Tar contro il dissesto del Comune la proposta avanzata da Pd e Sinitra Comune è quella di aumentare al massimo tutte le tariffe, con copertura totale del servizio ed eliminando tutte le esenzioni, cosa che invece siamo riusciti ad evitare. Probabilmente sono gli stessi che in queste ore stanno mettendo in giro la falsa notizia che i pasti per le mense dal prossimo anno supereranno gli 8 euro”.

(Visitato 370 volte, 1 visite oggi)

Massarosa, una piazza dedicata ai Martiri delle Foibe

Massarosa ancora sul giornale “Cittadini di Twitter”