Convocato il consiglio comunale. Al centro dell’assise in programma giovedì 13 febbraio, alle ore 8.30, nella sala consiliare di Palazzo Civico (Piazza Matteotti) – ed in seconda convocazione venerdì 14 febbraio alle ore 8,30 – ben undici punti all’ordine del giorno.

E più precisamente: surroga del consigliere comunale Viti Italo e delle relative commissioni di cui era componente, l’approvazione del patto di gemellaggio tra il Comune di Pietrasanta e la Città di Hammamet, l’approvazione della ratifica variazioni al bilancio di previsione 2020 – 2022 – operate ai sensi dell’art.175. Comma 4, del Dlgs 267/00 con deliberazione g.c. n.23 del 24/01/2020, la mozione presentata dai consiglieri Ettore Neri e Conti Nicola del gruppo del Pd avente ad oggetto “Richiesta Commissione Consiliare Speciale e Temporanea su “ Discarica Cava Fornace”, la mozione presentata dai consiglieri Ettore Neri e Conti Nicola del gruppo del Pd avente ad oggetto “Declassamento tratta autostradale compresa fra i Comuni di Massarosa, Viareggio, Camaiore, Pietrasanta e Forte dei Marmi”, la mozione presentata dai consiglieri Balderi Michele e Battaglini Giulio del Gruppo Misto sull’”Introduzione della figura del “Garante dei diritti delle persone disabili”, la mozione presentata dai consiglieri Ettore Neri e Conti Nicola del gruppo del Pd “Richiesta di conferimento cittadinanza onoraria rivolta alla Senatrice Liliana Segre”, la mozione presentata dai consiglieri Balderi Michele e Battaglini Giulio del Gruppo Misto “Riduzione del 50% della tariffa per la concessione in uso temporaneo delle palestre e campi sportivi comunali e di proprietà della Provincia, per lo svolgimento delle attività sportive giovanili under 16”.

 

L’amministrazione comunale ricorda che il consiglio comunale può essere seguito anche in diretta streaming audio sulla home page del sito www.comune.pietrasanta.lu.it (consiglio comunale online).

 

(Visitato 107 volte, 1 visite oggi)

“No alla chiusura del PCA di Pietrasanta”

“Le foibe sono una sciagura nazionale. Negarle significa negare la storia”. Pietrasanta ha commemorato le vittime