Coronavirus, Potere al Popolo chiede le dimissioni di Mallegni: "ingiustificabili le pericolose affermazioni rilasciate in vari video" - Politica Versiliatoday.it

Coronavirus, Potere al Popolo chiede le dimissioni di Mallegni: “ingiustificabili le pericolose affermazioni rilasciate in vari video”

Potere al Popolo Versilia chiede le dimissioni di Massimo Mallegni dalle cariche di Senatore ed di Assessore a Beni e attività culturali, Turismo, Comunicazione, Relazioni Internazionali del Comune di Pietrasanta.
“Per noi sono infatti ingiustificabili le pericolose affermazioni rilasciate da Mallegni in vari video pubblicati dalla propria pagina Facebook, e rilanciate anche dalla stampa nazionale.
In questi video l’ex sindaco di Pietrasanta esternava insulti a chi aveva riten uto preferibile non affollare i treni e i mezzi pubblici, a chi si fosse spostato munito di mascherina, irrideva il ministro della salute e molto più gravemente equiparava senza remora alcuna il coronavirus ad una banale influenza. In un video registrato in lingua inglese si era pure spinto a parlare delle vittime del virus come normali decessi causati dal “naturale cerchio della vita”.
Riteniamo che a niente serva oggi puntualizzare, come fa il senatore, che si tratti di video di vecchia data. Nessuno dei citati “esperti della sanità”, come lui ha oggi dichiarato, ha infatti mai dichiarato che questa infezione fosse semplicemente una influenza, neanche nel momento in cui ancora non era a tutti evidente la gravità della situazione. Inoltre nel sopracitato video in lingua inglese esordiva dicendo “ai nostri amici americani” che le notizie a riguardo che stavano dando le istituzioni erano false.
Inoltre egli mente quando dichiara di aver solamente invitato i cittadini ad avere una vita normale, dato che nei video incriminati si invitava sentitamente le persone non residenti a venire in vacanza nei comuni della Versilia, sostenendo che essi fossero immuni dal contagio di questa “semplice influenza”. Invitando di fatto tanti cittadini delle zone contagiate a dirigersi verso le proprie seconde case o nei nostri “fantastici alberghi”.
Non deve sfuggire che egli esortava ancora i cittadini a recarsi nella piccola Atene il giorno in cui il governo ha preso la decisione di chiudere scuole e università in tutto il territorio nazionale, e che il giorno successivo, ovvero praticamente 7 giorni fa, aveva stracciato il documento congiunto della conferenza dei comuni versiliesi in cui si era deciso di tenere chiusi biblioteche, musei e mostre sul proprio territorio, dichiarando “Pietrasanta è Città aperta”.
Non è un caso che oggi grazie anche a quest’afflusso di persone proprietarie di casa che sono scappate verso le nostre zone, la Versilia e la zona costiera di Massa e Carrara siano diventate le zone con il più alto tasso di positività della Toscana.
Consideriamo questi fatti espressione di una totale mancanza di responsabilità di fronte alla tenuta della saluta pubblica nazionale, causati da comportamenti e dichiarazioni fallaci e pericolose e, alla luce del suo ruolo istituzionale, ne chiediamo le immediate dimissioni da ogni carica ricoperta a livello locale e nazionale”.
(Visitato 1.060 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 13-03-2020 11:04