Anche i locali da ballo di Viareggio, in particolari quelli delle pinete, stanno vivendo con grande apprensione questa emergenza che li ha coinvolti con la chiusura totale e soprattutto senza vedere a breve la fine del tunnel. Confesercenti Toscana Nord, con il suo responsabile Versilia Daniele Benvenuti, ha raccolto le forti preoccupazioni della categoria ed in particolare le richieste di sostegno sia a livello nazionale che locale. “Purtroppo in questi momenti è difficile pensare ad una categoria che soffra meno delle altre – spiega Benvenuti -. Ma i locali da ballo sono sicuramente quelli che vedono più lontana la ripresa. E’ infatti molto probabile che una volta usciti dalla fase critica dell’emergenza, proprio attività come le loro siano quelle che avranno ulteriori restrizioni. A livello nazionale i gestori potranno avvalersi della cassa integrazione in deroga ma il problema è quello immediato della liquidità”. Da qui le richieste di Confesercenti Toscana Nord. “A livello locale i gestori chiedono la riduzione del canone di concessione delle pinete di almeno del 10% ed una sospensione della scadenza per almeno 4 mesi – dice ancora il responsabile Versilia -. E sul regolamento delle concessioni sarebbe opportuna una modifica che preveda la rateizzazione del canone senza l’applicazione di alcuna penale e senza alcuna garanzia fideiussoria. In questo caso poi innalzando il tetto dei 25 mila euro a 50 mila euro per il riconoscimento della richiesta di rateizzazione senza idonea garanzia fideiussoria”. Ma i gestori dei locali da ballo guardano anche con ottimismo al futuro, quando cioè sarà nuovamente consentita la riapertura. Conclude Daniele Benvenuti: “Questa emergenza deve servire anche a fare un salto in avanti della categoria nel futuro speriamo molto prossimo. Innanzitutto con un elenco ufficiale dei locali da ballo con la capienza di agibilità, al fine di garantire ai clienti un locale sicuro, con una conseguente lotta serrata all’abusivismo sempre più dilagante. Infine inserire i locali da ballo nei pacchetti turistici dando la nostra disponibilità ad applicare ingressi a prezzi scontati”.

(Visitato 1.195 volte, 1 visite oggi)

Coronavirus, la Protezione civile regionale a fianco del sistema sanitario toscano

Coronavirus, lavoratori di Sea assicurati in caso di contagio: tutte le coperture