Sindaco e assessore incontrano le categorie economiche: "Fare presto, rischiamo la catastrofe" - Comune Camaiore Versiliatoday.it

Sindaco e assessore incontrano le categorie economiche: “Fare presto, rischiamo la catastrofe”

Il Sindaco Alessandro Del Dotto e l’Assessore al Turismo e alle Attività Produttive Gabriele Baldaccini hanno incontrato questa mattina, 6 aprile 2020, le categorie economiche del territorio per affrontare la contingenza e iniziare discutere delle misure post emergenziali. Alla videoconferenza hanno partecipato i rappresentanti dei
centri commerciali naturali, dell’Associazione Balneari, dell’Associazione Albergatori, del Consorzio Le Bocchette, di CNA, della Confesercenti, di Confcommercio, di Coldiretti e di CIA.

Un momento di confronto che si è rivelato di particolare valore perché è stata un’occasione di ascolto per l’Amministrazione, ma anche tra le stesse categorie. Un modo per fare sistema e riuscire a comprendere esigenze e necessità di tutto il tessuto economico, molto apprezzato dai partecipanti che hanno ringraziato unanimemente l’Amministrazione per l’attenzione dimostrata. Sindaco e Assessore hanno potuto raccogliere le prime richiesteda parte degli imprenditori così da poter subito iniziare una valutazione delle prossime misure di sostegno. Inoltre si è deciso di dare una periodicità a questo tavolo virtuale così da poter fornire chiarimento sulle future scelte del Governo che arriveranno nelle prossime settimane e saper cogliere al meglio le opportunità che ne deriveranno.

Le varie categorie hanno offerto un quadro sulla situazione attuale: le scelte del Governo sono giudicate positivamente, ma si attendono ulteriori e più forti misure di sostegno anche per quei settori che al momento sembrano esclusi dal DPCM #salvaitalia. In particolare si richiede tempestività nel fornire liquidità alle aziende in questo momento, ma anche di valutare forme di semplificazione normativa per quando si uscirà dal lockdown. Ci si trova di fronte a un fatto di rilevanza storica ed è opinione condivisa che si debba ricorrere a forme straordinarie di aiuto per evitare la recessione. Altro punto comune tra le categorie è la questione dei pagamenti: la sospensione delle scadenze non è purtroppo una prospettiva che fornisce tranquillità agli imprenditori che chiedono invece una moratoria sulle tasse. Nel settore agricolo si sottolinea il disastro del comparto dei fiori recisi che ha perso la totalità degli incassi, dovendo invece spendere per lo smaltimento dei fiori invenduti.

 

In Versilia il settore che probabilmente risentirà in modo maggiore della crisi è quello turistico e del suo indotto: albergatori, balneari e commercianti hanno esposto le criticità più rilevanti. Per gli albergatori si sottolinea come per molti sia difficile in questo momento poter garantire l’apertura nel 2020: a fronte di spese certe (come ad esempio le bollette dell’acqua) e di incassi non prevedibili; per i balneari i problemi principali sono relativi all’impossibilità di effettuare i lavori di preparazione alla stagione, alle tempistiche dei corsi per la vigilanza che ci si augura possano essere svolti anche in altre modalità e al pagamento dei canoni demaniali; i commercianti, infine, lamentano il problema della difficoltà a corrispondere gli affitti, al controllo delle grandi distribuzioni e delle tipologie di merci che possono vendere per il DPCM e alla preoccupante constatazione che molti non saranno in grado di riaprire dopo mesi senza incasso.

Due delle misure maggiormente richieste all’Amministrazione a livello comunale sono l’alleggerimento della TARI e una tariffazione straordinaria sui parcheggi a pagamento, come forma di sostegno al commercio e agli spostamenti una volta decadute le limitazioni del DPCM.

Le categorie economiche hanno infine chiesto all’Amministrazione di farsi da portavoce presso il Governo delle richieste del panorama economico versiliese così da poter dar ancor più forza al grido di aiuto che arriva dagli imprenditori: non di meno, è opinione diffusa e condivisa, anche dall’Amministrazione Comunale, che le scelte in materia di sostegno alle imprese debbano passare da un serio e coordinato confronto anche su un livello versiliese, che il Primo cittadino si è fatto carico di attivare congiuntamente con tutti i colleghi Sindaci.s

(Visitato 310 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 06-04-2020 17:45