La Giunta Comunale ha deliberato nella seduta telematica di oggi, 22 aprile 2020, il progetto per la fornitura, installazione e gestione di tre nuove casine dell’acqua e per la sola gestione delle due già esistenti sul territorio (a Badia e in via Pardini a Capezzano Pianore)

Le nuove installazioni interesseranno il parcheggio pubblico di Valpromaro, realizzato recentemente nell’area delimitata all’intersezione con la SP1 Francigena, piazza Abba a Lido di Camaiore e il parcheggio pubblico di via Vecchia Provinciale in località Frati di fronte ai pozzi di Gaia.

Il bando di gestione, di prossima approvazione, fisserà alcuni criteri fondamentali: la gratuità dell’acqua liscia, il costo massimo di 5 centesimi al litro per quella gasata, il sostenimento dei costi di installazione, manutenzione ordinaria e straordinaria a carico del concessionario, la pubblicazione delle analisi periodiche di qualità e i tempi obbligatori di ripristino in caso di danno.

La Giunta ha inoltre avviato la discussione per un ulteriore dotazione di nuove casine da installare da qui a fine mandato, in zone del territorio che ne sono attualmente sprovviste.

Le due già presenti, a Badia e a Capezzano Pianore, hanno permesso in ormai quasi sette anni di funzionamento di pervenire a importantissimi obiettivi di risparmio energetico e sostenibilità ambientale, oltre a garantire un risparmio per le famiglie che si stima in circa 300.000,00 € l’anno in acqua non acquistata. Il numero di bottiglie di plastica da 1,5 litri non utilizzate è nell’ordine dei 6 milioni: se fossero messe in fila coprirebbero la distanza tra Camaiore e Oslo.

Per ogni bottiglia di plastica prodotta si utilizzano circa 7 litri d’acqua, si consumano 162 grammi di greggio e si sviluppano 100 grammi di CO2. La cittadinanza di Camaiore si stima quindi che abbia risparmiato dalla mancata produzione di bottiglie di plastica, 60.000.000 di litri d’acqua, 1.400.000 kg di greggio e circa 800.000 kg di CO2.

(Visitato 633 volte, 1 visite oggi)

Ancora controlli a Camaiore, aumentano i posti di blocco ma le sanzioni restano stabili

Covid fase 2, drive in all’ex Bussoladomani per gli spettacoli e i concerti estivi