#occhioallatruffa

Avete mai sentito parlare di PING CALL? È uno squillo sul cellulare da parte di un numero sconosciuto da un paese estero. In questo periodo in cui usiamo tutti spesso il cellulare, sia per connetterci che per telefonare, il fatto di trovare una chiamata persa o di non aver fatto in tempo a rispondere, spinge molti a richiamare. E lì scatta la truffa, perché chiamando vengono sottratti dei soldi, se si ha una ricaricabile o vengono attivati servizi in abbonamento sul telefono.
Prestate attenzione, quindi, se trovate una chiamata persa con un prefisso estero, le più frequenti provengono dal prefisso +216 e +44 e partono in automatico con software appositi. Evitate di richiamare, di inviare messaggi e di aprire link contenuti in sms collegati a quei numeri, mettete il numero nella lista nera e segnalate casi sospetti alla Polizia postale

(Visitato 638 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ping call polizia postale truffa

ultimo aggiornamento: 24-04-2020


Coronavirus, diretta Fb del Premier: la Ue dice ‘sì’ a Conte. Recovery Fund è ‘urgente’

Emergenza Covid-19: robot in corsia a Pisa e Massa-Carrara con il progetto Lhf-Connect