Lutto a Massarosa. Alfredo Marchetti , conosciuto e chiamato da tutti come “Fredi”, è morto per il Coronavirus.

“Il Partito Democratico di Massarosa partecipa al generale cordoglio per la morte di Alfredo Marchetti. Alfredo Marchetti è stato fra l’altro uno storico militante della sinistra massarosese e del Partito Democratico.
Ai familiari, e alla nostra carissima Agnese, che ha onorato il nostro partito nelle istituzioni e con la sua appassionata militanza, giunga l’abbraccio commosso di tutta la nostra comunità”, scrive in una nota il Pd.

“Una tristissima notizia per tutta la comunità di Massarosa e per il Partito Democratico della Versilia. Alfredo Marchetti, 62 anni, dipendente della CNA ha perduto la sua battaglia contro il Coronavirus, iniziata un mese fa. Un dolore terribile per la figlia Agnese, ex assessore all’ambiente della giunta Mungai e componente della direzione territoriale, iscritta al circolo Pd di Stiava. Una perdita quasi inspiegabile per tutto il Pd versiliese, vista anche l’età non avanzata di Marchetti. Per me è un vero dolore personale- afferma il segretario territoriale, Riccardo Brocchini- perché è un coetaneo e da molti anni sono legato alla sua famiglia”. Condoglianze sincere dunque a tutta la famiglia e un abbraccio di cuore ad Agnese e al marito, Federico Pedonese, molto provati da questa dolorosissima vicenda”.

“Se l’è portato via questo virus subdolo e spietato che sta da mesi sconvolgendo le nostre vite personali, famigliari e collettive. E se l’è portato via proprio quando una speranza,seppur flebile ,nei giorni scorsi sembrava potesse prevalere sull’angoscia ed il dolore”, scrive in una nota Fabriziom Manfredi: “Fredi era un “ragazzo” del ’56 , buono,sensibile ,generoso, colto ,appassionato. Ho avuto la fortuna di conoscerlo ,assieme a Maria, la sua splendida ed amatissima compagna di tutta la sua vita , quando eravamo molto giovani e ci ritrovammo a militare nella Federazione Giovanile Comunista Italiana della Versilia nella quale ci formammo e nella quale ci nutrimmo di quei valori e di quegli ideali di libertà ,di giustizia ,di eguaglianza che lo hanno sempre accompagnato dando un senso profondo al suo agire collettivo. Negli anni ’80 ,oltre che nella comune militanza politica le nostre strade poi si sono intrecciate nell’intensa esperienza Associativa della Cna che ci vide, assieme al carissimo amico comune Stephano Tesi , giovani protagonisti della pionieristica stagione di costruzione, a livello provinciale, del sindacato degli artigiani e dei piccoli e medi imprenditori. Lui era il Direttore provinciale del Patronato , attività che ha continuato a svolgere con impegno, competenza e scrupolosità quasi maniacale per tutta la sua vita lavorativa sino al pensionamento di pochi mesi orsono. Nella sua dimensione sociale ,del lavoro ,della militanza, Fredi è stato un esempio di dedizione ad una causa, di spontaneo altruismo, di stile misurato ed al contempo animato da profonda passione. Nella sfera più personale poi il suo nobile pudore non gli ha certo impedito di esternare il profondo sentimento di cui era capace nei confronti di Maria, l’amore della sua vita, dei suoi figli Agnese ed Alberto, la gioia dei suoi occhi ,dei suoi genitori accuditi sino alla loro scomparsa, ,degli altri parenti e di tutti gli amici che hanno avuto il privilegio di potergli voler bene. Ora Fredi se ne è andato e tutti noi ci sentiamo profondamente più soli ,così come lo sarà il nipotino che gli stava per nascere e che non potrà conoscere il nonno di persona ma sono sicuro lo potrà avvertire e sentire in tutto il bene e l’amore che Fredi ha dispensato nelle mura famigliari e per le strade del mondo che ha percorso.  Il più forte abbraccio possibile a Maria, ad Agnese , ad Alberto , al suo caro genero Federico, ai cognati”.

(Visitato 5.735 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alfredo marchetti covid-19 massarosa morte Slider

ultimo aggiornamento: 26-04-2020


Emergenza Covid, il consigliere Troiso trova buoni pasto strappati a Torre del Lago: indagini in corso

#Iorestoacasa. Posso fare il bagno al mare, nei laghi e nei fiumi? Il sito di Palazzo Chigi risponde