Simona Bonafè commissaria il Pd di Viareggio. La reggenza: "Pagina chiusa per assenza di democrazia" - Politica Viareggio, Top news Versiliatoday.it

Simona Bonafè commissaria il Pd di Viareggio. La reggenza: “Pagina chiusa per assenza di democrazia”

“Pagina chiusa per assenza di democrazia”

E’ quanto scrive sui social il Pd di Viareggio dopo la decisione del regionale di commissariare il partito viareggino, con tanto di mail inviata alla reggenza da Simona Bonafè.

“Ho ricevuto in data 14 maggio una nota del segretario territoriale Riccardo Brocchini che doverosamente riassume la vicenda dell’assemblea comunale del partito a Viareggio fin dall’elezione di Filippo Guidi avvenuta nell’aprile 2016 – scrive Bonafè: “Da allora si sono verificati avvicendamenti nella struttura di vertice senza dar luogo a passaggi congressuali. Prima con l’elezione a segretario di Leonardo Betti in data 11 aprile 2018 a seguito delle dimissioni di Guidi, quindi con la nomina di una reggenza di tre persone proposta da Betti e approvata dall’assemblea il 19 febbraio scorso per gestire le elezioni amministrative previste a maggio di quest’anno. Come sapete la reggenza non è ricompresa nello statuto nazionale,inoltre sono trascorsi più di quattro anni dall’elezione dell’attuale assemblea comunale e il voto amministrativo si terrà in autunno.Per questo motivo ritengo opportuno nominare un commissario nella figura di Alessandro Franchi, ex sindaco di Rosignano e ex presidente della provincia di Livorno, con il mandato di accompagnare il nostro partito nel percorso per arrivare alle elezioni comunali: definendo gli aspetti programmatici, costruendo le alleanze conseguenti, ampliando la base dei nostri iscritti in vista anche delle elezioni regionali”.

Una decisione, questa del Pd regionale, che fa immaginare il “non placet” al fatto che il Pd di Viareggio avesse scelto, per le prossime elezioni, un suo candidato invece di appoggiare Giorgio Del Ghingaro

 

(Visitato 781 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 22-05-2020 8:44