Covid 19, il bollettino settimanale della Asl - La voce degli Enti Versiliatoday.it

Covid 19, il bollettino settimanale della Asl

Questo l’aggiornamento settimanale – da lunedì 15 a lunedì 22 giugno 2020 – sui casi di Coronavirus “Covid-19” sul territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest.

Nuovi casi positivi

Nell’area vasta dell’Azienda USL Toscana nord ovest (che comprende anche l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana)  dal 15 al 22 giugno 2020 si sono registrati 10 nuovi casi positivi, così suddivisi per Zona e per Comune di residenza (in tutte le Zone non citate non ci sono stati nuovi casi positivi).

Zona Apuane: 1 – Carrara 1;

Zona Piana di Lucca 1 – Lucca 1;

Zona Pisana 2 – Pisa 1; Vecchiano 1;

Zona Alta Val di Cecina Val d’Era 1 – Calcinaia 1;

Zona Livornese: 1 – Comuni: Livorno 1;

Zona Versilia 1 – Comuni: Viareggio 1;

3 casi da attribuire (altra Azienda, altra Regione o dati non disponibili).

Si ricorda che l’Asl Toscana nord ovest, con la sua statistica, incrocia vari dati legati ai pazienti e lavora sulla residenza, e non sul domicilio, delle persone. Per questo ci possono essere delle piccole discrepanze rispetto ai dati per domicilio ed a quelli legati alla provincia di richiesta dei tamponi (quest’ultimo criterio è quello utilizzato dalla Regione Toscana nei suoi bollettini quotidiani).

Di seguito comunque il totale dei casi positivi, sempre per residenza, registrati a ieri (22 giugno)  in ogni Provincia e Zona a seguiti di tamponi effettuati sul territorio aziendale.

LIVORNO 453  (Valli Etrusche 141; Elba 18; Livornese 294).

LUCCA  1306  (Piana di Lucca 475; Valle del Serchio 191; Versilia 640).

MASSA CARRARA  976  (Lunigiana 435; Apuane 541).

PISA  761  (Alta Val di Cecina-Val d’Era 339; Valli Etrusche 10 – Comuni di Castellina Marittima, Guardistallo, Montescudaio, Riparbella; Pisana 412).

Il totale è quindi di 3.496 casi positivi sul territorio aziendale

Guarigioni

Sul territorio dell’Asl Toscana nord ovest continua ad aumentare il numero dei guariti: ad ieri (22 giugno 2020) si erano registrate 3209 guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”).

Decessi

A ieri (22 giugno 2020) il totale dei decessi sul territorio dell’Asl Toscana nord ovest era di 446.

Si ribadisce che spetterà comunque all’Istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva le morti al Coronavirus: si tratta infatti di persone che avevano già patologie concomitanti.

In allegato (immagine 3) il totale aggiornato dei decessi diviso per Zone, con qualche  differenza tra la residenza ed il domicilio delle persone decedute.

Le zone più colpite, in coerenza e conseguenza ai territori più colpiti dal virus, sono state la Lunigiana (con 92 decessi, 74 per residenza), la Versilia (con 79 decessi, 80 per residenza) e le Apuane (70 decessi, 65 per residenza).

 Ricoveri per Covid

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 5, di cui 3 in Terapia intensiva (una settimana fa erano 4, di cui sempre 3 in Terapia intensiva).

Due di questi pazienti sono ricoverati all’ospedale di Lucca, entrambi in Terapia intensiva. Altri due pazienti sono ricoverati all’ospedale Apuane (in area Covid), il quinto è ricoverato in Terapia intensiva all’ospedale di Livorno

 

Persone in isolamento domiciliare

Dal monitoraggio giornaliero ad ieri (22 giugno) erano 1557 – su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest – le persone isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

 

Assunzioni in Asl Toscana nord ovest

Dal 15 marzo ad oggi sono state effettuate dall’Asl Toscana nord ovest 909 assunzioni (+24 rispetto ad una settimana fa).

Questo ha permesso di dare risposte concrete in un momento di grande difficoltà e sarà fondamentale anche per gestire al meglio la fase di graduale ritorno alla normalità e per garantire una presenza attiva sul territorio.

La maggior parte delle assunzioni ha riguardato gli infermieri: 494 i nuovi assunti, una risorsa importante che va a vantaggio di tutta la popolazione; i medici chiamati a rafforzare la squadra della nord ovest sono stati 131 mentre 208 sono i nuovi OSS e 50 i tecnici di laboratorio e della prevenzione. Inoltre, 82 nuovi operatori sono stati destinati alle USCA ed alle cure intermedie. Sono stati quindi potenziati in questi ultimi mesi i settori più impegnati nell’emergenza Covid ed a maggior rischio.

Riguardo alla distribuzione del nuovo personale nelle Zone, questi i numeri: nelle zone Apuana e Lunigiana, tra le più colpite dalla pandemia,  i nuovi assunti sono stati 223; la Piana di Lucca e la Valle del Serchio hanno visto un incremento di 177 unità; 110 persone sono state destinate all’Alta Val di Cecina, Valdera e zona Pisana; la zona Livornese, le Valli Etrusche e l’Elba hanno avuto complessivamente 263 nuovi assunti; infine 136 sono state le assunzioni in Versilia.

La situazione nelle RSA del territorio aziendale

Dal costante monitoraggio su ospiti e operatori di 119 residenze sanitarie per anziani (RSA), 8 residenze sanitarie per disabili, 13 comunità alloggio protette e altre 4 strutture a bassa intensità assistenziale presenti sul territorio aziendale, emerge che sui 4570 ospiti sono stati effettuati 5695 tamponi e 3981 test sierologici: 11 sono attualmente i positivi (erano 25 l’altra settimana e sono stati al massimo, nei giorni del “picco”, 345). I decessi sono stati 115.

Sui 4773 operatori sono stati eseguiti 5226 tamponi e 4241 test sierologici; i positivi sono 30 (l’altra settimana erano 55 ed erano stati al massimo 129).

(Visitato 534 volte, 3 visite oggi)

Aggiornato il: 23-06-2020 8:19