Una bambina svedese di 7 anni è stata assistita dall’ospedale di Livorno a seguito di un graffio di pipistrello ricevuto nei giorni scorsi a Milano.

La famiglia che si trovava in transito per motivi turistici da Livorno si è presentata all’Ufficio Igiene e Prevenzione diretto da Claudio Tofanari per richiedere una vaccinazione a seguito dello scontro tra la bambina e un pipistrello avvenuto la settimana scorsa. Il personale ha così disposto una profilassi anti-rabbica alla quale affiancare la somministrazione di immunoglobuline iperimmuni. Il pronto soccorso, diretto da Alessio Bertini, ne ha così chiesto fornitura al Centro Antiveleni di Pavia che, consultando la disponibilità a livello nazionale, ha dato indicazioni al Policlinico Riuniti di Foggia per la spedizione.

La bambina, seppur in ottime condizioni di salute, è stata precauzionalmente tenuta in osservazione nella notte nel reparto di pediatria diretto da Roberto Danieli che ne ha disposto la dimissione questa mattina.

(Visitato 352 volte, 1 visite oggi)

Anche la Riabilitazione del Versilia è Covid free: negativizzati gli ultimi pazienti

Ospedale di Livorno: è Stefano Drago il nuovo direttore della chirurgia senologica e plastica