"Dopo 3 settimane Coluccini è ancora impantanato con le sagre" - Politica Massarosa Versiliatoday.it

“Dopo 3 settimane Coluccini è ancora impantanato con le sagre”

“Niente da fare, anche sulle sagre il Sindaco Coluccini e la sua giunta sono a dir poco in confusione. L’ultimo atto di una vicenda assurda è la convocazione, questa mattina, delle associazioni per la sera del 7 luglio ad una riunione in Sala Consiliare con l’amministrazione, riunione annullata dopo poche ore dalla stessa amministrazione che l’aveva indetta. Sono in stato confusionale. Sulle questione delle sagre il sindaco Alberto Coluccini è stato abbandonano anche dai suoi che giustamente non hanno accettato di attribuire pieni poteri alla giunta su una materia come questa. Il rifiuto del sindaco di dialogare con associazioni e ristoratori poi gli ha fatto mancare anche la maggioranza utile per lo svolgimento del consiglio comunale del 15 giugno, saltato proprio per mancanza del numero legale. Un sindaco sempre più lontano dalla gente e dal tessuto associativo ed economico del nostro territorio. Dopo tre settimane tutto ancora tace”.

E’ quanto si legge in una nota del centro sinistra Massarosa

“La commissione urbanistica aveva bocciato la delibera sulle sagre della giunta Coluccini con i voti contrari anche di Sisto Dati, Mascia Garibaldi e Lorenzo Ghiara appartenenti alla maggioranza di centrodestra – Sisto Dati e Mascia Garibaldi nel frattempo usciti dalla stessa maggioranza – oltre che di Damasco Rosi e Vasco Merciadri. In sintesi il sindaco voleva i pieni poteri sulla realizzazione o meno delle sagre senza alcun elemento predefinito e chiaro di valutazione decidendo autonomamente come giunta su “l’opportunità e la possibilità di effettuazione delle sagre e delle feste nel corrente anno”.

“Ribadiamo che i pieni poteri a Coluccini e alla sua giunta senza alcun criterio oggettivo non garantiscono le associazioni di volontariato che organizzano le sagre e che lavorano tutto l’anno sul territorio, impegnati soprattutto nel sociale per la nostra comunità – attaccano i consiglieri di PD, Sinistra Comune, Massarosa Domani e Massarosa Futuro – né garantiscono i gestori di ristoranti e locali del territorio”.

Tra l’altro la maggioranza non ha per la solita negligenza nemmeno approvato il calendario delle feste, approvazione che doveva avvenire prima del 31 dicembre 2019. Non ha predisposto nemmeno provvedimenti seri per i ristoratori e le categorie economiche colpite dalla crisi, come l’esenzione della TARI 2020 o altre forme di agevolazione che solo con il dialogo tra le parti si riescono a concordare, definire ed applicare. Massarosa si governa con il confronto costante e non con la superbia e l’arroganza di questo sindaco e di questa giunta – aggiungono i consiglieri di PD, Sinistra Comune, Massarosa Domani e Massarosa Futuro – si potevano trovare soluzioni, si possono trovare soluzioni ma come succede su ogni tema, il Sindaco tentenna, annaspa, temporeggia, non decide, rimanda. Adesso addirittura convoca le riunioni e poi ci ripensa nel giro di pochi minuti. Prima Coluccini si dimette e meglio è per Massarosa”.

(Visitato 719 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 06-07-2020 16:05