Ieri pomeriggio, la Polizia di Stato ha arrestato a Lucca un italiano del ’61.
L’uomo deve scontare una pena detentiva di 5 anni per precedenti condanne.
L’ordine di carcerazione, eseguito dagli uomini della Squadra Mobile, è stato emesso dalla Corte d’Appello di Firenze per numerose condanne riportate dal 2007 ad oggi, per furti aggravati.
Nel 2011 l’uomo rubò da un distributore di carburante vari arredi ed accessori. Alla successiva perquisizione fu trovato con sedici chili di rame sfuso.
Qualche tempo dopo, da una centralino Telecom, a Santa Maria a Colle, rubò dei cavi elettrici causando l’isolamento dei telefoni di rete fissa dell’intera zona.
Tra le condanne da scontare vi è quella di due anni e 10 per violenza sessuale, sebbene di lieve entità, consumata nelle veste di tutore a Viareggio nel 2007. Alla pena detentiva è stata così associata la misura dell’interdizione perpetua dagli uffici di tutore e curatore.
ZACCARIELLO, inoltre, è stato anche condannato tempo fa per associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento della immigrazione clandestina.
Gli uomini della Squadra Mobile lo hanno trovato, ieri pomeriggio, nella sua abitazione e condotto al carcere San Giorgio.

(Visitato 312 volte, 1 visite oggi)

Rossella Martina: Del Ghingaro non ha fatto niente per salvare la Piscina Comunale

Coronavirus, firmata l’ordinanza sui tamponi gratuiti nei porti e nelle stazioni