Barbara Paci, quasi 51 anni, gallerista e professoressa di storia dell’arte presso gli istituti superiori ed i licei della provincia di Lucca, è la candidata di destra alle prossime elezioni di Viareggio, appoggiata da Lega, Fratelli d’Italia e alcune liste civiche.

Quali sono secondo lei le priorità che dovra’ affrontare il neo sindaco di Viareggio?

Il neo sindaco di Viareggio si dovrà occupare del rilancio del territorio attraverso il turismo, lo sport, la cultura. il decoro pubblico e soprattutto della sicurezza che nella frazione di Torre del Lago Puccini è veramente carente dopo la chiusura della sede della polizia municipale.


Si parla da anni di mobilità sostenibile: quale e’ la sua posizione riguardo ai parcheggi e alla viabilità della città ?

Per quanto riguarda i parcheggi e la viabilità abbiamo intenzione di creare un vero e proprio “ Piano del traffico” orientato ai moderni criteri di sostenibilità. Verrà effettuata una pianificazione di tutte le aree di parcheggio cittadine con la previsione di un’equa ripartizione degli stalli gratuiti con l’appropriata sosta minima gratuita. Aggiungo anche al tema del recupero delle pinete di Ponente e Levante con la previsione di apposite infrastrutture eco – compatibili che consentano la fruizione turistica, ricreativa e sportiva. Verrà agevolata la mobilità dolce prevedendo nuovi collegamenti ciclo pedonali sicuri.  

Viareggio purtoppo è assente dai grandi eventi sportivi da alcuni anni per mancanza di una piscina e uno stadio: cosa intende fare per rilanciare lo sport a Viareggio ?

Lo sport a Viareggio deve essere assolutamente rilanciato. A Viareggio deve nascere un turismo sportivo che porti, oltre al benessere per i cittadini anche un indotto economico. Il nostro grande sogno è quello di poter costruire uno stadio che diventi punto di riferimento per gli atleti ed un ritrovo per i cittadini ed i turisti.

Viareggio deve affrontare la sfida anche sul fronte turismo, soprattutto in periodo post covid: spiaggia e mare non bastano piu’, che progetti ha per il rilancio del settore?

Il turismo deve essere il punto di partenza per il rilancio della città. Viareggio e Torre del Lago Puccini sono due realtà che vivono di turismo. Bisogna destagionalizzare attraverso eventi mirati creando un cartellone annuale che permetta di creare posti di lavoro ed indotto per le aziende che operano nel settore. La tassa di soggiorno deve essere investita nella promozione turistica e non data alle fondazioni.

Carnevale e festival Pucciniano: cosa si puo’ fare per incrementare questi due eventi importantissimi per Viareggio

Le due fondazioni della città, Carnevale e Pucciniano, devono riuscire ad essere attive tutto l’anno attraverso un calendario di eventi di livello internazionale, vista la portata delle manifestazioni. Abbiamo due attrazioni uniche nel loro genere, sia per storia che per importanza. Il Pucciniano, legato alla figura di Puccini, che da solo costituisce il brand più noto a livello mondiale, deve tornare a ricoprire un ruolo di primissimo piano nel panorama dell’offerta lirica e culturale nazionale. Il Carnevale, con la cittadella, deve farsi conoscere in tutto il mondo grazie alla maestria degli artigiani che lavorano la cartapesta in modo da attrarre l’attenzione del grande pubblico non solo durante i grandi corsi mascherati, ma durante tutto l’anno creando lavoro e benessere per coloro che contribuiscono alla costruzione dei grandi carri allegorici.

Veniamo alle periferie e alla frazione di Torre del Lago: secondo lei che interventi occorre fare che in questi anni non sono stati fatti ?
-Il ripristino della stazione della polizia municipale a Torre del Lago sarà una mia priorità. La frazione ha bisogno di un rilancio, dalle marine fino al lago. Un rilancio turistico, perché, come dicevo, Puccini è il nome più noto a livello mondiale e deve essere valorizzato a dovere. Il decoro urbano lungo il lago deve essere completamente ripensato usufruendo dell’incredibile patrimonio paesaggistico e della fauna circostante. La Pro Loco, la circoscrizione e tutti i punti d’informazione turistica devono essere potenziati, come tutti i servizi al cittadino. La marina, attraverso eventi turistici mirati deve tornare a vivere in sicurezza e tutto l’anno.

Viareggio ha una pineta all’interno del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli: intendete collaborare con questo ente? quale è la sua posizione, ad esempio sui locali della marina di Torre del Lago ?
 
L’ente parco deve essere un ente con cui il comune di Viareggio deve instaurare un dialogo costruttivo. Dialogare proponendo progetti di rilancio dei locali sulla marina e di salvaguardia della pineta. I locali della marina di Torre del Lago Puccini devono essere rilanciati, deve essere garantita la sicurezza a tutte le persone che vogliono passare la serata in questi luoghi ed ai locali stessi, spesso preda di atti vandalici e di microcriminalità.

Il porto di Viareggio. problemi di insabbiamento e approdo turistico: idee per un rilancio

Il porto è un tema importantissimo che servirà per il rilancio turistico e per l’incremento dei posti di lavoro. Viareggio è infatti conosciuta in tutto il mondo per le sue eccellenze nel campo della nautica e deve avere una struttura portuale all’altezza. Il miglioramento delle infrastrutture portuali e della regolamentazione delle attività non possono che trovare un’adeguata soluzione attraverso una concertazione fra Amministrazione Comunale e Autorità Portuale nel rispetto delle diverse competenze e priorità. Il punto di partenza sarà  l’adeguamento e il coordinamento del piano regolatore portuale con gli strumenti urbanistici comunali e la risoluzione delle annose problematiche dell’insabbiamento del porto. Si pone anche la necessità di una rivisitazione dell’assetto delle darsene che, visto il loro sviluppo all’interno della città, non potranno che essere valutate in un quadro sinergico da tutte le istituzioni competenti.

E’ necessario l’asse di penetrazione?

L’asse di penetrazione sarà un’opportunità in un’ottica di rivalutazione e recupero sia per l’area portuale che per l’area sportiva in Darsena, sia per snellire il traffico cittadino. Via Coppino risulta congestionata dal traffico in determinati orari e la creazione dell’asse di penetrazione consentirebbe lo smaltimento di questo. L’asse di penetrazione, a sud dello stadio, sarà costruito nel rispetto dell’ambiente e delle persone cercando un dialogo costruttivo e partecipato sia con i cittadini, sia con l’ente parco, sia con tutti coloro che hanno un’attività o una casa nelle vicinanze del tracciato che, ripeto, verrà costruito senza distruggere l’ecosistema esistente, anzi, nel rispetto più assoluto.

Tre motivi validi per votarla.

Tutta la mia coalizione ha una visione di Viareggio che non si ferma a cinque anni, ma che vuole garantire a questa città da una parte la continuità produttiva e dall’altra una rinascita turistica ed economica legata allo sport, alla cultura ed all’inclusione sociale. Lavori di manutenzione pubblica e degli arredi urbani garantiti tutto l’anno uniti alla sicurezza che attraverso un vero e proprio incremento delle forze dell’ordine che grazie all’utilizzo di videocamere funzionanti garantiranno una città bella, pulita e sicura per tutti i cittadini. La creazione di Brand da diffondere a livello internazionale alimenteranno il turismo per far tornare Viareggio ad essere la perla del Tirreno. In ultimo è giunto il momento che Viareggio abbia un sindaco che sappia ascoltare i cittadini, con una visione femminile d’inclusione e con esperienza imprenditoriale. 

(Visitato 613 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 10-09-2020


Un’altra defezione in “maggioranza” salta il consiglio comunale.

Malore fatale al mare, la tragedia in Darsena