L’irritante passerella del sindaco e della maggioranza il primo giorno di scuola.

La nota arriva da Sinistra Comune e Massarosa Domani

Un genitore di Massarosa su Facebook ha condiviso il fatto di non poter accompagnare suo figlio a scuola per impegni di lavoro, ha raccontato la sua storia che sicuramente somiglia a tante altre e come tante altre rischia di rimanere senza soluzione, perché dal sindaco Coluccini e dalla sua maggioranza le soluzioni ai problemi che loro stessi hanno originato non arrivano mai.

Il sindaco e i suoi ultimi fedelissimi hanno partecipato all’apertura dell’anno scolastico come se niente fosse, auguri baci e abbracci, le mense promesse ai bambini, subito però la dura realtà delle famiglie che rivendicano il diritto di poter garantire ai loro figli la frequenza scolastica così come l’avevano scelta si manifesta con drammatica chiarezza.

La realtà è che il sindaco delle promesse a vanvera che ha mandato al fallimento Massarosa senza nemmeno provare ad amministrare il territorio ha avuto più di un anno di tempo per pubblicare i nuovi bandi di gara per mense e trasporti e invece nemmeno ci ha provato, nemmeno ci ha provato a ristrutturare la scuola di Quiesa pur avendo i finanziamenti disponibili, in compenso ha aspettato gli ultimi tre mesi dell’anno per far pagare la Tari ai cittadini e poi ha incolpato la sinistra e il governo.

Siamo al dramma annunciato eppure il sindaco nelle sue inutili apparizioni in pubblico continua a buttare lì le solite frasi a casaccio, i bimbi a scuola ce li porta lui, tranquilli la mensa arriva, colpa di quelli di prima.

Intanto Vasco Merciadri continua a galleggiare nel mondo dei sogni appeso alle nubi, e Coluccini continua a fare il sindaco appeso a lui.

(Visitato 377 volte, 1 visite oggi)

Rosario Brillante: “la situazione a Massarosa è insostenibile Coluccini si dimetta”

Si è dimesso il terzo addetto stampa del sindaco Coluccini in due mesi. Mistero a Massarosa