Si informa che a seguito dei finanziamenti del FSE 2014 – 2020 e al Programma Operativo Regionale, la Regione Toscana ha emanato un avviso finalizzato a promuovere e sostenere nel territorio regionale della Toscana nell’anno educativo 2020/2021 (settembre 2020 – giugno 2021), l’accoglienza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) pubblici e privati accreditati di cui al D.P.G.R. 41/r 2013, anche in ottica di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Tale avviso, che vede come beneficiari i nuclei familiari con minori, intende da un lato assicurare le migliori condizioni educative e di socializzazione dei bambini, dall’altro assicurare quelle condizioni necessarie a favorire la partecipazione dei membri responsabili di cura, ed in particolare delle donne, al mercato del lavoro. Il presente avviso regionale rientra nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.

I destinatari sono i bambini in età utile per la frequenza di servizi per la prima infanzia in possesso dei seguenti requisiti:

·         essere residenti in un comune della Toscana;

·         essere collocati in lista di attesa per i servizi a titolarità comunale per l’a.e. 2020-2021 alla data del 15 settembre 2020;

·         Essere iscritto ad un servizio educativo per la prima infanzia (3-36 mesi) privato accreditato che, per l’a. e. 2020/2021, abbia manifestato interesse a partecipare al Bando regionale di cui trattasi;

·         Possedere un ISEE, in corso di validità, per prestazioni agevolate rivolte a minorenni inferiore ad € 50.000,00. L’ammontare dell’ISEE dovrà essere dichiarato nella domanda di partecipazione al progetto regionale.

I genitori dei bambini in lista d’attesa presso i servizi comunali alla prima infanzia possono presentare domanda a partire dal 21 settembre ed entro il 30 settembre 2020 compilando l’apposita domanda di partecipazione all’avviso pubblico (Allegato B) e presentandola all’Ufficio Protocollo del Comune di Camaiore, P.zza San Bernardino 1. L’Ufficio Protocollo è aperto all’utenza dal lunedì al venerdì con orario 8.30-12.30 e lunedì e mercoledì pomeriggio 14.30-17.00. Qualora i genitori dei bambini fossero in possesso di un indirizzo PEC, la medesima documentazione potrà essere inviata all’indirizzo PEC [email protected].

Il bando e la domanda di partecipazione sono disponibili sul sito web del Comune (www.comune.camaiore.lu.it) alla pagina dedicata alla Pubblica Istruzione. Alla domanda deve essere allegata copia fotostatica del documento di identità in corso di validità e copia della ricevuta di iscrizione del/della minore al servizio educativo alla prima infanzia privato accreditato, tra i seguenti che hanno manifestato interesse ad aderire all’avviso:

·         Nido d’infanzia “Il Nido di Gigia” (Lido di Camaiore)

·         Nido d’infanzia “L’Alveare” (Capezzano Pianore)

·         Nido d’infanzia “Galatea” (Viareggio)

Il contributo regionale verrà erogato ai servizi educativi privati accreditati e convenzionati con il Comune di Camaiore per l’anno educativo 2020/2021 e consentirà alle famiglie di pagare una tariffa uguale o superiore all’importo massimo della tariffa prevista, a parità di condizioni economiche del richiedente, per la medesima tipologia di servizio a titolarità comunale e per lo stesso orario di frequenza del servizio, usufruendo di un beneficio economico che non potrà superare l’importo mensile di € 370,90 per un massimo di 10 mesi di frequenza (settembre 2020 –giugno 2021). L’attribuzione del contributo economico è subordinata all’effettiva frequenza dei bambini nei servizi e può essere corrisposta alla struttura educativa per intero a fronte di frequenza del minore iscritto, di almeno 5 giorni nell’arco del mese. Qualora il minore dovesse frequentare un numero inferiore di giorni nell’arco del mese di riferimento, il contributo può essere riconosciuto esclusivamente per assenze dovute a malattia certificate dal medico; le assenze per malattia possono essere riconosciute fino ad un massimo di due mensilità, anche non continuative, per tutto l’anno educativo. Può essere previsto un numero di mensilità di frequenza inferiore a 10 esclusivamente nei casi di: a) maturazione dell’età utile per l’accesso ai servizi per la prima infanzia in una data successiva al mese di ottobre; b) accesso ai servizi posticipato per svolgimento di attività di inserimento; c) avvio dell’attività del servizio in una data successiva ad ottobre.

La misura effettiva del contributo da erogare sarà determinata dall’ammontare del budget assegnato dalla Regione Toscana al Comune di Camaiore.

A conclusione dell’istruttoria delle domande pervenute entro i termini previsti dal presente bando l’amministrazione comunale provvederà alla stesura di una graduatoria secondo il punteggio già ottenuto nelle graduatorie per l’accesso ai servizi per la prima infanzia comunali, con priorità ai residenti nel Comune di Camaiore. A parità di punteggio si procederà secondo i criteri stabiliti dal regolamento dei Servizi alla prima infanzia (art. 13), ovvero precederà il bambino più grande d’età.

La famiglia sarà comunque tenuta ad anticipare l’intero importo della retta alla struttura educativa che provvederà in seguito al rimborso.

L’assegnazione del contributo economico comporta la cancellazione dalla lista di attesa comunale e la conseguente perdita dell’anzianità di iscrizione.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi all’Ufficio Servizi Scolastici (Tel. 0584-986338/986205/986246/986262 E-mail: [email protected]).

(Visitato 252 volte, 1 visite oggi)

Blitz antidroga a Camaiore, arrestato un pusher

Amianto abbandonato, la GdF sequestra a Camaiore area di 1500 mq