“Per quanto attiene al voto comunale a Viareggio il mio primo desiderio è quello di abbracciare fraternamente Sandro Bonaceto e ringraziarlo per la generosità , la serietà, la competenza e lo stile con i quali si è reso disponibile ad affrontare la prova di candidato sindaco che sin da subito sapevamo che sarebbe stata molto ardua”.

Lo scrive in una nota Fabrizio Manfredi:

“L’esito della stessa non è stato quello da noi auspicato ed ha certificato la vittoria al primo turno di Giorgio Del Ghingaro ma ciò non scalfisce il fatto che è stata condotta una battaglia giusta, spassionata, di merito ,tesa ad offrire, tramite la candidatura di Bonaceto e della sua coalizione civico/politica , all’elettorato cittadino una chiara e limpida alternativa da un lato ovviamente ad una destra suadente ma al contempo inquietante e misera e dall’altro ad un sindaco uscente scaduto da tempo in una dimensione di civismo populista ed opportunista. Il progetto non è risultato vincente in termini elettorali ma ciò non ne scalfisce le buone ragioni che erano e sono alla base dello stesso e che potranno comunque essere sostenute in consiglio comunale e nella società sin dalle prossime settimane da Sandro e dalla sua coalizione che certamente non sbaraccherà ma fortunatamente continuerà ad esserci ed a rappresentare una preziosissima risorsa per la vita democratica di Viareggio e Torre del Lago”.

(Visitato 221 volte, 1 visite oggi)

Più Democrazia per Viareggio e Torre del Lago con Sandro Bonaceto: “Volevamo portare una ventata di freschezza nella città”

Elezioni viareggine, i dati delle liste ( 62 su 63, ancora, stamattina, sul sito del Comune ne manca infatti ancora una)