La Giunta di Stazzema incontra il presidente del Parco delle Alpi Apuane Alberto Putamorsi

Il Parco diventi una opportunità per il territorio e non un freno allo sviluppo”

A seguito dell’inizio del percorso amministrativo del Piano Integrato del Parco Regionale delle Alpi Apuane, la Giunta Comunale di Stazzema presieduta dal Sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, slls presenza del consigliere del Parco Alessio Ulivi, ha incontrato presso il Municipio di Stazzema il presidente del Parco Alpi Apuane Alberto Putamorsi e i tecnici incaricati per la realizzazione del Piano Integrato del Parco. Il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona ha manifestato al Presidente del Parco un diffuso senso di avversione da parte dei cittadini per il Parco Alpi Apuane vissuto come un elemento di burocratizzazione per chi vive in montagna e non come uno strumento di tutela per il patrimonio

“Abbiamo ricevuto dal Presidente Putamorsi una disponibilità a ragionare norme per cambiare questa percezione diffusa che si ha dell’Ente Parco”, commenta il Sindaco Maurizio Verona, “in considerazione anche delle difficoltà che alcune norme stanno creando in territorio come quello di Stazzema. Il Presidente ha detto che il Piano Integrato è l’occasione per intervenire in questo senso, modificando non solo i confini delle aree di caccia, ma anche delle aree estrattive. Vi è una disponibilità a sedersi ad un tavolo per risolvere tutte queste problematiche con l’obiettivo di ribaltare la percezione del Parco da parte dei cittadini perché sia visto come un qualcosa che porti un beneficio alle comunità che vivono e operano all’interno dell’area Parco e non come un creatore di vincoli. E’ l’occasione abbiamo convenuto con il Presidente per ripensare lo sviluppo del territorio, delle infrastrutture: la pianificazione del Parco nelle aree protette di fatto sostituisce quella dell’Ente locali, dunque, il Piano Integrato è una occasione per pianificare il futuro del territorio. Il lavoro comune tra Comune e Parco è dunque, decisivo per la prospettiva di questi luoghi e nei prossimi giorni forniremo dei contributi, ma fornirà alcuni elaborati che abbiamo già disponibili, quadri conoscitivi, quadri propositivi su cui abbiamo già lavorato nell’ottica condivisa con il Presidente Putamorsi. Ci dovrà essere un percorso parallelo tra il Parco e il Comune di Stazzema che provvederà alla rivisitazione dei propri strumenti urbanistici, Piano Strutturale, Regolamento Urbanistico per andare incontro a coloro che intendono investire sul territorio del Comune di Stazzema. Va cambiato parte del Piano Strutturale sulla possibilità di investimento anche nelle aree boscate nell’ottica di una loro valorizzazione. Potremo farlo se continuerà questo lavoro in parallelo Parco e Comune così come abbiamo concordato nell’incontro. Alla fine del percorso dovremo riuscire a rispondere a quelle istanze cui oggi non possiamo dar corso nell’interesse sempre del territorio. Il prossimo incontro lo faremo tra un mese a Palagnana in piena area Parco così come concordato con questa frazione. Andremo anche ad Arni , crocevia tra Garfagnana, Versilia e Massa, perché si possa recuperare il grande patrimonio abitativo e ci siano le condizioni e servizi per la popolazione”.

(Visitato 52 volte, 1 visite oggi)

Stazzema da un anno senza medico del 118

Cordoglio del sindaco di Stazzema per la morte di Carla Nespolo, presidente Anpi