Così, dopo mesi di silenzio l’Ex Sindaco Franco Mungai torna a dire la sua su come sia amministrata Massarosa.
Un anno fa chiesi al Sindaco con forza di fare il Sindaco, di abbandonare sterili polemiche e proporsi in modo positivo in realizzazioni per la nostra gente.

Un anno drammatico fatto, quando va bene, di decisioni sbagliate

Ne è seguito un anno drammatico, con la decisione sciagurata, assurda e rovinosa del dissesto e con la distruzione sistematica dei servizi che facevano ammirare il nostro comune.
Adesso le responsabilità di governo sono sue, ma Coluccini non ha saputo fare altro che recriminare quasi ogni giorno su problemi che avrebbe ereditato e lanciarsi in continue polemiche che hanno sparso odio e veleno nella nostra comunità.

Chi è stato Sindaco non può tacere di fronte a questa situazione

Di fronte a tutto questo mi è impossibile tacere – continua Franco Mungai –, come riterrei sarebbe giusto che facesse a cose normali chi è stato sindaco.
Sento il dovere anzitutto di rivendicare con forza i risultati di dieci anni in cui il comune di Massarosa ha goduto di prestigio e considerazione e i suoi cittadini di servizi e opere che hanno inciso in modo positivo nella vita di tutti noi.

Il confronto con l’attuale amministrazione è sotto gli occhi di tutti.

Credo che il confronto con l’attuale amministrazione sia ormai chiaro agli occhi della gente. Anche sulla questione del dissesto sono convinto che mano a mano che si procede con l’esame degli atti la verità emerge e emergerà sempre più chiara: un comune con ridottissimo indebitamento, con un problema di liquidità serio e mai negato, con soluzioni risolutive lasciate pronte e di facile applicazione, perfettamente in grado di garantire i servizi.

I dieci anni in cui ho operato con la mia squadra e la mia coalizione sono stati dieci con una forte impronta sociale e democratica: un comune concretamente attento a garantire i diritti di tutti e a non lasciare
indietro nessuno. Un comune protagonista nel valorizzare la dimensione comunitaria dei nostri paesi.

Vorrei dirgli di riflettere sul male che sta facendo a Massarosa, ma sarebbe un tentativo senza speranza

Un comune guidato da uno stile di governo fatto di partecipazione e di confronto, negli strumenti e negli atteggiamenti.
Tutto questo oggi non c’è più.
Vorrei dirgli di riflettere sul male che fa, di cambiare; ma è un tentativo senza speranza.
Ai miei concittadini, alla comunità di cui faccio parte e nella quale sono tornato ad impegnarmi attraverso il volontariato voglio dire: coraggio!
Il momento è buio, questa amministrazione ha fatto macerie materiali e
soprattutto morali.

Ma Massarosa ha nella propria gente e nel proprio territorio le risorse per rimettersi in piedi e ripartire.
Coraggio: insieme allo splendore dei nostri luoghi e della nostra comunità tornerà a risplendere anche il nostro comune, come faceva negli anni scorsi, quando era ammirato ed imitato ovunque e di Massarosa si parlava in Italia e all’estero.

Dopo il tempo della demagogia, che così tanti danni ha fatto, torna il tempo della serietà e tornano protagoniste le cose che contano.
Franco Mungai

(Visitato 1.419 volte, 1 visite oggi)

Rsa: vietate le visite dei familiari fino al termine dell’emergenza sanitaria

La mascherina sospesa nei locali della movida: giovani ambasciatori della prevenzione Covid