VIAREGGIO. Un miliardo di euro di lavori in provincia di Lucca. È questa l’unità di misura che fa comprendere l’importanza e la ricaduta sul territorio del superbonus per gli interventi edilizi del 110%. Numeri che fanno impressione ma che derivano dall’analisi del settore immobiliare e dalle relative proiezioni di intervento. Duecentomila unità immobiliari in provincia di Lucca, di cui si stima possano essere interessate dagli interventi previsti dal superbonus circa il 5%, ossia 10 mila immobili con una media di costo dei lavori intorno ai centomila euro, ecco che si arriva al miliardo di lavori previsti nei prossimi mesi. 

La ripercussione sull’economia locale è evidente ma perchè si trasformi in realtà e si concretizzi facendo restare queste risorse sul territorio è necessario muoversi con professionalità ed attenzione alle imprese e alle opportunità della provincia di Lucca.
Le procedure per accedere al bonus possono essere complesse ed occorre affidarsi a specialisti. Tra questi Idea Service che ha costruito una squadra dedicata appositamente al superbonus e che ha l’attenzione alle imprese del territorio come priorità. 

“L’obiettivo è duplice – spiega Lido Cei, amministratore unico di Idea Service – da una parte rassicurare il committente, che rischia di rinunciare tra tentazione del pericoloso “fai da te” e complessità dell’iter necessario per il superbonus, e dall’altra far lavorare le nostre imprese lucchesi. Solo così il superbonus diventa davvero quello per cui è stato ideato, ossia uno strumento per la ripartenza ed il rilancio del settore edile e a traino di tutta l’economia locale. Inoltre noi di Idea Service grazie ai rapporti costruiti nel tempo e ad un progetto che parte anche prima del superbonus siamo in grado di reperire e selezionare i miglior cessionari del credito per far ottenere al committente l’obiettivo dello zero in fattura”.

La squadra idea Service pensa a tutto dalla verifica della fattibilità alla cessione del credito a terzi perchè è composta da 15 professionisti che coprono tutti i settori: geometri, ingegneri, architetti ma anche commercialisti, revisori contabili ed avvocati. 

(Visitato 214 volte, 1 visite oggi)

600 mila euro dalla Provincia per la messa in sicurezza di strade e versanti in Alta Versilia

Fiere vietate causa Covid, cancellata anche MA.R.MO a Marina di Carrara