“Larga parte delle categorie economiche, e con loro tutto il background fatto di dipendenti, fornitori e famiglie, già messe duramente alla prova dal lockdown della scorsa primavera, si trovano oggi a dover affrontare una nuova, pesante serie di limitazioni che rischia di condannare definitivamente molte attività”, lo affermano i consiglieri della Lega in consiglio comunale, Alberto Pardini, Alessandro Santini, Maria Pacchini e Walter Ferrari.

“Siamo pienamente consapevoli della necessità da parte del Governo di contrastare il nuovo dilagare dei contagi e tutelare il diritto alla salute dei cittadini, ma stiamo arrivando al punto in cui si rischia che la cura diventi peggiore della malattia stessa – prosegue la nota del gruppo Lega – siamo altresì profondamente convinti che chi in questi mesi ha investito in protocolli di sicurezza e oggi può garantire di operare nel rispetto delle norme di contenimento del contagio debba, seppur in forma ridotta, poter continuare a lavorare”.

“Non parliamo di numeri, ma di persone e buon senso, per questo abbiamo protocollato una mozione, sottoscritta anche da Marco Dondolini per Fratelli d’Italia e Barbara Paci per il gruppo misto, in cui si chiede a Sindaco e Giunta di attivarsi in prima persona e unirsi ai tanti Amministratori pubblici che chiedono correttivi al recente Dpcm, e confidiamo che l’atto venga condiviso anche dalla maggioranza” concludono Pardini, Santini, Pacchini e Ferrari

(Visitato 146 volte, 1 visite oggi)

La Lega Viareggio saluta il dirigente Ps Mariconda

Barbara Paci: “Tutelare le categorie lavorative”