Così gli esponenti della minoranza e dell’ex amministrazione esortano Coluccini a mettere in campo provvedimenti che non penalizzino le aziende. “Nei prossimi giorni scrivono – presenteremo una mozione per pagare i creditori al 100% attraverso la vendita delle quote di Toscana energia”.

“Quanto ai due milioni che il Comune deve pagare per chiudere il dissesto anticipatamente,  invitiamo il  sindaco a porre fine alla sua scandalosa inerzia come presidente di CAV e a portare a casa soldi già disponibili”.

“Per il resto – continua la minoranza – Coluccini può vaneggiare coi numeri quanto vuole: la delibera dell’Osl è lapidaria e ha smentito anni di fantasiose narrazioni.
Capiamo l’imbarazzo in maggioranza,  visto che la Lega si trova a decidere fra massacrare le imprese e i lavoratori o smentire un anno e mezzo di rovinoso operato.” 

“Noi ci permettiamo di ricordare ai consiglieri di maggioranza di approfondire bene ciò che votano.  Perché noi di sicuro integreremo gli esposti già presentati da mesi alla procura della repubblica e alla procura della corte dei conti. 
E ci permettiamo di invitare i creditori del comune a fare altrettanto e  ad intraprendere azioni legali verso le scelte di un’amministrazione che vuole tagliare 6.5 milioni alle imprese per non utilizzare,  con assurdi pretesti,  risorse di cui ha la piena disponibilità”.

(Visitato 310 volte, 3 visite oggi)

“Dipendenti comunali attaccati dal Sindaco”. Solidarietà di Rosi e Barsotti

Lega: “Il PD fa solo demagogia per nascondere i propri errori”