Notiamo – interviene il coordinamento del Partito Democratico di Massarosa – che la LEGA massarosese nel suo comunicato usi toni meno sguaiti del solito e soprattutto un atteggiamento più pacato rispetto a quello del Sindaco Coluccini.
Questo il comunicato in risposta a quello della LEGA di ieri

Capiamo l’imbarazzo, di fronte all’evidenza di numeri implacabili che mostrano come si sia preferito colpire le imprese e gli altri creditori del comune piuttosto che cedere partecipazioni azionarie del comune.

Adesso alla Lega manca il passo decisivo: riconoscere i propri torti e trovare la strada per rimediare al dissesto più pazzo del mondo, l’unico dove l’attivo supera il passivo. 

Quanto ai debiti non pagati e le altre “fregnacce” con le quali il Sindaco li ha convinti, in realtà l’amministrazione precedente ha sempre pagato tutto, con le difficoltà di un Ente con poche entrate, ma abbiamo sempre dato i servizi dei quali la cittadinanza necessitava e anche i creditori insinuati al passivo sarebbero stati regolarmente pagati,  se non l’avesse impedito la scellerata dichiarazione di dissesto. 

Certo i pagamenti avvenivano in ritardo,  per i problemi di cassa mai negati, dovuti a problemi storici del comune forse ignoti agli esponenti della Lega e condivisi con la maggior parte dei comuni italiani. 
Ma pagavamo e infatti tutta la massa passiva è coperta da regolari impegni di bilancio.  Il che vuol dire che anche gli attuali debiti sarebbero stati pagati senza scriteriate decisioni.

Parte di quelle fatture non pagate sono successive all’insediamento di Coluccini

Fra l’altro – continua il coordinamento del PD – se approfondissero scoprirebbero che una parte consistente di quelle fatture sono relative a dopo l’insediamento dell’amministrazione Coluccini. 
La verità è che un anno e mezzo di cura leghista di Massarosa ha aperto gli occhi a tutti e mostrato come viene trattato il settore definito,  bontà loro, strategico del sociale e delle scuole. 

Se con un solo atto politico,  per la difesa assurda del perimetro delle partecipazioni pubbliche,  si colpiscono imprese e sociale, nessuna arrampicata sugli specchi potrà occultare questo completo disastro.

(Visitato 208 volte, 1 visite oggi)

Tanto rumore per niente… La Giunta di Massarosa accetta la delibera dell’OSL.

Altra tegola su Coluccini: la Commissione d’inchiesta “Merciadri” è illegittima!