L’Ambito Turistico Versilia ha ottenuto in anticipo da Toscana Promozione, approfittando della prima finestra disponibile, il contributo di 70mila euro sul Progetto di Consolidamento, che comporterà una spesa nei prossimi dodici mesi di 100mila euro. 

Il Progetto infatti, subito dopo essere stato approvato dalla Conferenza dei Sindaci, è stato trasmesso a Toscana Promozione Turistica che ha assegnato la sua parte di finanziamento, pari appunto a 70mila euro mentre i restanti 30mila euro saranno finanziati dai Comuni dell’Ambito tramite i singoli bilanci del 2021.

“L’arrivo del finanziamento regionale – commenta soddisfatto il presidente dell’Ambito, il sindaco Bruno Murzi – ci permetterà di mettere in campo fin da subito le iniziative programmate, potendo contare su risorse certe ancora prima dell’inizio dell’anno in cui  andremo a spenderle. Il progetto oltre a prevedere il proseguimento della produzione di materiali informativi, ha in serbo importanti novità come, ad esempio, il coordinamento degli uffici informazione turistici con una cartellonistica uniforme, ma soprattutto, per la prima volta, l’Ambito si doterà di una company, cioè di un soggetto in grado di creare pacchetti turistici effettivamente vendibili sul mercato. E questa sarà una delle sfide del 2021: la Versilia infatti non ha mai avuto un catalogo di pacchetti turistici da presentare sul mercato”.

Un primo risultato dietro il quale c’è un lavoro di squadra: “Sono molto contento di questi primi mesi di attività  – prosegue il presidente – e del contributo continuo, fattivo e collaborativo che tutti i Comuni stanno dando all’Ambito. Finalmente la  Versilia si presenta unita ai tavoli regionali, alle fiere, al mercato nazionale ed internazionale. E voglio fare dei ringraziamenti, il primo dei quali al direttore dell’Ambito, Marcello Fascetti per l’enorme lavoro che sta svolgendo, agli operatori privati e ai Comuni per il loro impegno a ritmo sostenuto ed estendere a tutti  l’apprezzamento che abbiamo ricevuto sia da Toscana Promozione Turistica che dall’Associazione dei Comuni della Toscana, ANCI Turismo.”

L’Ambito, costituito formalmente solo nel dicembre 2019, ha concluso  la fase di start-up nell’agosto scorso e a settembre  è stato in grado di produrre il Progetto di consolidamento.

Durante il mese di ottobre poi si sono riuniti – dapprima in presenza e poi in videoconferenza – i tavoli di lavoro tematici, con la supervisione del Centro di Studi Turistici di Firenze; gli operatori del comparto del turismo (albergatori, balneari, guide, associazioni, agenzie di viaggio) della Versilia, insieme ai rappresentanti dei sette Comuni dell’Ambito, hanno discusso e si sono confrontati sul presente e sul futuro dei diversi comparti: slow tourism, active tourism, balneare, arte, cultura, luxury. Per ognuna di queste aree è stata analizzata la situazione attuale e sono stati individuati punti di debolezza e punti di forza, e quindi le possibili azioni di consolidamento o miglioramento. Contemporaneamente le Amministrazioni comunali hanno lavorato per definire gli obiettivi per il prossimo anno e per i tre anni a venire. Tutto questo lavoro, che diverrà di fatto il Piano operativo dell’Ambito per il 2021, confluirà in una piattaforma informatica regionale insieme a quello di tutti gli altri Ambiti, per andare a far parte del Piano Regionale di sviluppo turistico del 2021.

(Visitato 116 volte, 1 visite oggi)

Forte dei Marmi, chiude per lavori il cavalcavia di via Giglioli

Zona Rossa, i sindaci della Versilia cercano una linea comune