La VR46 Academy è una giovane, ma altrettanto concreta e virtuosa, realtà italiana. Uno dei progetti più vincenti nella storia del motociclismo, ideata proprio da chi di vittorie se ne intende, dal “Dottore” Valentino Rossi.

Sul blog di Betway L’Insider si può leggere un interessante approfondimento sulla VR46 Academy, che ci permette di scoprire cosa sia, come funzioni, quali siano i costi e chi siano i piloti. Gli appassionati di scommesse online si saranno sicuramente già imbattuti nei loro nomi, giovani talenti a cui il maestro Rossi ha deciso di trasmettere i suoi insegnamenti, aiutandoli a coltivare il suo stesso sogno.

Un viaggio all’interno della VR46 Academy: quando è nata e qual è il suo obiettivo

La VR46 Academy è nata nel 2013 con l’ obiettivo di formare giovani e nuovi talenti che possano gareggiare in MotoGP, facendo prima esperienza nelle classi minori. Il progetto è stato realizzato da Rossi e da alcuni suoi amici e seguaci, come Alessio “Uccio” Salucci e Alberto Tebaldi, ideatore anche della scuderia Sky Racing Team VR46.

La sede è il celebre Ranch di Rossi, nella periferia di Tavullia, per anni luogo in cui piloti e amici del Dottore si davano appuntamento per sgasare e derapare. Un movimento spontaneo a cui Valentino Rossi ha deciso di dare maggiore concretezza: “Adesso vediamo se quello che facciamo per me funziona anche per gli altri”

Una missione ambiziosa che ha alle spalle un’organizzazione efficiente e di qualità. Tutti i risultati e i successi sono frutto di un gran lavoro dietro le quinte, di un’equipe specializzata composta da allenatori, nutrizionisti e medici di primo livello. L’Academy mette a disposizione dei piloti 70 moto, non solo da gara ma anche da moto cross per la guida su terra battuta.

Quanto costa?

Il progetto a cui ha dato vita Valentino Rossi con alcuni amici e seguaci è a dir poco virtuoso. I giovani talenti durante la loro crescita professionale non dovranno infatti pagare nulla, con l’accordo che quando inizieranno a percepire almeno 50 mila euro all’anno, daranno il 10% dei guadagni.

Chi sono i piloti?

I piloti di maggiore riferimento sono Franco Morbidelli e  Francesco “Pecco” Bagnaia, promossi in prima categoria, la MotoGP: il primo ha firmato per la Yamaha Petronas e il secondo per Ducati Pramac. Per quanto riguarda la Moto2 Luca Marini quest’anno ha conquistato 5 podi nelle prime 8 gare, vincendo ben tre volte e proiettandosi verso la vittoria del Mondiale.

Altri piloti dell’officina sono: Celestino Vietti Ramus, Marco Bezzecchi, Andrea Migno, Niccolò Antonelli e Stefano Manzi. Facendo un salto nel passato vediamo come l’Academy abbia sfornato altri talenti del calibro di Romano Fenati, Nicolò Bulega e Lorenzo Baldassarri.

Il progetto dà numerose soddisfazioni: dopo solamente 6 anni infatti, alla fine del 2019, aveva già fatto registrare 40 vittorie e oltre 100 podi. Morbidelli ha vinto il titolo mondiale in Moto2 nel 2017, mentre l’anno successivo ha trionfato Bagnaia a bordo dello Sky Racing Team VR46.

È interessante anche sottolineare come uno dei piloti in lizza quest’anno per il titolo sia proprio uno degli allievi della VR46 Academy, ovvero Morbidelli.

(Visitato 252 volte, 1 visite oggi)

“Donne dell’anima mia” [recensione libro]

Carlotto e l’Alligatore in tv