Pagamento bollettini postali, ricariche telefoniche, spedizione e ritiro pacchi, consegne a domicilio, wifi. Sono alcuni dei servizi che potranno tornare, o essere potenziati, nell’area collinare del territorio seravezzino grazie al bando “Montagna Viva”. Un contributo complessivo di 25 mila euro che andrà a beneficio di tre distinti progetti presentati da altrettanti operatori economici locali. Azzano e Giustagnana i paesi in cui i servizi verranno sviluppati. «Le risorse disponibili, ottenute dal Comune grazie al Fondo integrativo della Presidenza del Consiglio per i comuni montani, sono state assegnate sulla base di valutazioni che hanno tenuto conto del potenziale beneficio dei progetti sulla promozione del turismo, sulla valorizzazione del settore primario e dell’artigianato, sulla vendita di beni di prima necessità, sulla capacità di rispondere alle esigenze della comunità locale, ma anche di offrire servizi nuovi o potenziare quelli esistenti sul territorio», spiega la vicesindaco con delega al commercio Valentina Salvatori. «Tutto questo, come avevamo sottolineato presentando il bando, con l’obiettivo di fondo di contrastare la desertificazione del tessuto commerciale e dare linfa alle progettualità più innovative, capaci di stimolare il rinnovamento dell’offerta commerciale locale. Non abbiamo escluso nessuno dei progetti presentati, ritenendoli tutti meritevoli di essere sostenuti, seppur in misura diversa. Le attività non rappresentano solo un valore di ordine commerciale ed economico; sono veri presidi di servizi talvolta essenziali per la collettività. Anche questo è un valore al quale abbiamo dato il giusto peso nell’articolare il bando».

Il progetto che ha ottenuto il maggior contributo (9.222,71 euro) è stato quello del ristorante Ai Castagni di Giustagnana, che a fronte di un investimento complessivo di 25 mila euro prevede lo sviluppo dell’attività di vendita per asporto e consegna a domicilio di prodotti tipici locali, dell’intrattenimento per giovani e anziani e dell’area wifi. Seconda in ordine di valore del contributo ricevuto (8.350,28 euro) è l’iniziativa del ristorante Michelangelo di Azzano. Anche in questo caso, prevedendo un investimento totale di 25 mila euro, si punta al potenziamento della copertura wifi, all’attivazione di un sistema di pagamenti online e allo sviluppo del servizio di consegna a domicilio. Il terzo progetto è de La Bottega di Azzano e sarà finanziato in toto con la somma di 7.427,00 euro. Prevede l’attivazione in paese di un PuntoPuoi Enel (pagamento bollettini, servizio ricariche, spedizioni, visure camerali, ecc.), la creazione di un punto di consegna e ritiro di corrispondenza e pacchi, il potenziamento della promozione e della vendita di prodotti alimentari e artigianali locali, l’attivazione delle consegne a domicilio.

(Visitato 58 volte, 1 visite oggi)
TAG:
montagna montagna viva seravezza

ultimo aggiornamento: 26-11-2020


Querceta, chiude il sottopasso per lavori

Seravezza, in arrivo un nuovo pacchetto di asfaltature stradali