Il Senatore del M5S Gianluca Ferrara, vicepresidente del Gruppo del M5S in Senato, è stato presente alla prima udienza presso la Corte di Cassazione che deciderà se confermare o rinviare alla Corte di Appello di Firenze la sentenza di condanna per i vertici delle Ferrovie e delle altre aziende coinvolte nell’esplosione del vagone cisterna alla stazione di Viareggio il 29 giugno 2009, che causò 32 vittime.

Secondo il senatore del M5Sprimo firmatario di una mozione per chiedere di togliere il cavalierato all’ex AD di FS Mario Moretti: “ quella strage si poteva e si doveva evitare se si fosse investito in prevenzione se non si fosse anteposto il profitto alla sicurezza. Questa settimana, si spera, si conclude l’ultimo capitolo di questa storia giudiziaria, una pagina fondamentale per la verità sulla strage di Viareggio”.

Ferrara ha inoltre dichiarato:”Io sono qui, non solo come viareggino, ma come rappresentante delle Istituzioni, ma qui  idealmente sono presenti tutti gli italiani che non cedono dinanzi al l’arroganza del potere, dinanzi a quell’atteggiamento di impunità che li fa credere intoccabili. Le 32 vittime e i familiari devono ricevere giustizia. Spesso i responsabili di certe stragi non hanno mai pagato per le loro colpe, grazie a cavilli burocratici o interpretazioni fantasiose dei fatti e mi auguro che questa volta le cose vadano diversamente. Da questo processo auspico dunque un segnale forte non solo per Viareggio ma per l’intero paese, perché nessuno può e deve rimanere impunito

(Visitato 205 volte, 1 visite oggi)

Il cordoglio della Lega per la scomparsa del carrista Franco Malfatti

Viareggio si colora di fiocchi giallo. Ecco perchè