Il Consiglio Comunale ha deliberato quasi all’unanimità, con un solo voto contrario (di Giampaolo Bramanti), l’acquisto dell’area retrodunale di Vittoria Apuana.

“Un risultato importante, vorrei dire quasi storico, dopo 40 anni ridiaremo a quell’area la giusta collocazione ambientale – ha commentato il primo cittadino Bruno Murzi che con determinazione ha inseguito e costruito passo per passo il raggiungimento dell’obiettivo –  l’acquisto di quel terreno non solo lo mette al riparo da qualsiasi futuro cambiamento del Pit, piano di indirizzo territoriale della Regione Toscana che ad oggi lo vincola come area ambientale protetta e dunque non edificabile, ma stabilisce anche un prezzo, 54 euro al mq  (poco più della metà della cifra che la Banca proprietaria del terreno teneva a preventivo nel proprio bilancio) per andare alla trattativa delle altre due aree private. La nostra volontà è quella infatti di mettere a bene comunale tutta l’area che deve tornare ad essere retrodunale. Intanto inizieremo, non appena formalizzato ufficialmente l’acquisto, a lavorare sul progetto del primo lotto. L’intenzione è quello di realizzare un parco urbano attrezzato e ben tenuto, a beneficio della nostra comunità e dei nostri ospiti. Un parco all’interno del quale si possano trovare spazi dedicati con funzione ricreativa, di svago, di incontro,di gioco, di attività sportive e culturali. Un posto dove magari fare anche degli eventi a spot. Un sogno? Forse non saremo noi a completarlo,  ma cercheremo di mettere tutto nel Piano Operativo, di normarlo insomma per il futuro.”

Nel corso del consiglio comunale sono stati approvati: il bilancio Consolidato esercizio 2019 e relativi allegati; il bilancio di Previsione 2020/2022. Variazione e parziale applicazione dell’Avanzo di Amministrazione Destinato e conseguente aggiornamento al DUP; la modifica Regolamento Comunale Asili Nido – Norma Transitoria.

(Visitato 355 volte, 1 visite oggi)

Versilia, altri 57 casi: 19 a Viareggio, 16 a Camaiore e 10 a Massarosa. Nell’area Nord-Ovest il covid contagia altre 438 persone

Sicurezza stradale, la Provincia interviene sulla via Emilia