In arrivo risorse per la realizzazione di interventi sui corsi d’acqua toscani a difesa del suolo. La giunta regionale ha infatti approvato il V atto integrativo all’accordo di programma stipulato dalla Regione Toscana nel 2010 con il Ministero dell’Ambiente per ampliare il più possibile l’azione programmatica di prevenzione del rischio idrogeologico e della riqualificazione dei corsi d’acqua. La somma che sarà messa a disposizione ammonta a 20,4 mln di euro, quasi 5 dei quali saranno utilizzati per tre interventi in provincia di Lucca.

“La Regione – ha spiegato l’assessore all’ambiente Monia Monni – è fortemente impegnata per la messa in sicurezza dei nostri territori sotto l’aspetto del rischio idraulico. Con l’ultimo atto integrativo all’accordo di programma firmato con il Ministero dell’Ambiente stanziamo più di 20 milioni di euro per mitigare il rischio idraulico. Risorse importanti per continuare ad investire nella sicurezza dei nostri territori. Le opere – conclude l’assessore – saranno realizzate da alcuni Comuni, dalla Regione direttamente e dai Consorzi di Bonifica che ringrazio per la professionalità e per il lavoro che svolgono per tenere in sicurezza i nostri corsi d’acqua”.

Si tratta di tutta una serie di interventi volti prioritariamente alla salvaguardia della vita umana ed alla sicurezza delle infrastrutture e del patrimonio ambientale e culturale, attraverso la riduzione del rischio idrogeologico. In provincia di Lucca sono previsti, nel comune di Camaiore l’adeguamento del Torrente omonimo alla portata duecentennale in località Capezzano-Pianore (1,5 mln di euro), nel comune di Massarosa il  risanamento della sezione d’alveo del Fosso Traversa in località Piano di Mommio (552 mila euro) e nel comune di Porcari il consolidamento in destra del Rio Leccio tra il ponte della ferrovia e via Carlotti (2,9 mln). I soggetti attuatori saranno direttamente la Regione, tramite il Genio Civile, ed i Consorzi di Bonifica.
 
Finora per questo tipo di interventi, a partire dal 2010, sono state messe a disposizione risorse pari a oltre 186 mln di euro, oltre 95 provenienti dalle casse regionali e 90 da quelle statali.

(Visitato 62 volte, 1 visite oggi)

1522 avanti con l’informazione e la formazione

Favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, perquisizioni tra Lucca, Viareggio e Pietrasanta