Quando si parla di siti web di scommesse online Renato Baldo è il punto di riferimento in Italia, un professionista stimato dai colleghi e in grado di collezionare progetti personali di successo e partnership con le principali aziende del settore.

Dalla sua amata Vibo Valentia, quartier generale e sede della sua agenzia WebJet.it, Renato viaggia l’Italia e l’Europa da anni aiutando i suoi clienti a posizionare portali in nicchie competitive, con risultati che dopo 10 anni sono sotto gli occhi di tutti.

Oggi proponiamo questa intervista esclusiva a Renato Baldo, consulente SEO, esperto di link building e web marketing, con un passato nell’informatica e nella Cyber Security. Ecco cosa ne pensa in merito al posizionamento dei siti web di scommesse online e alla SEO nel betting virtuale.

Perché quello delle scommesse online è un settore così diverso dagli altri?

Il betting è un settore in cui il giro d’affari è considerevole, al pari dei casinò online o del trading. Con un sito ben posizionato è possibile veicolare traffico verso le piattaforme di scommesse online, ricevendo il pagamento di una commessione attraverso appositi programmi di affiliazione.

Gli operatori, infatti, hanno difficoltà a presenziare tutte le parole chiave, ovvero le keyword che gli utenti digitano ogni giorno da pc, tablet o smartphone per trovare informazioni e servizi sul betting. Per loro è molto più semplice creare partnership con siti web specializzati, ottenendo un risultato migliore con il minimo sforzo.

Questa possibilità mette a disposizione opportunità considerevoli per chi posiziona bene il proprio portale, tuttavia gli interessi in ballo comportano la presenza di molti professionisti esperti e di progetti che alle spalle hanno investimenti elevati. Entrare in queste SERP è davvero difficile, ma non impossibile, tuttavia serve un esperto SEO veramente competente.

Come fare SEO per un sito di scommesse? Puoi darci alcuni esempi pratici?

Innanzitutto i principi della SEO sono gli stessi per qualsiasi settore, quindi le basi tecniche sono comuni a tutti i professionisti esperti in questo ambito. Dopodiché raggiungere la prima posizione in una SERP sul betting non è la stessa cosa del farlo in una ricerca sul food, il travel o la tecnologia. Si tratta di un ambito particolare, in cui è indispensabile una profonda conoscenza delle normative e delle dinamiche del mercato.

Inoltre bisogna sapere chi sono gli appassionati di scommesse online, di cosa hanno bisogno e in che modo utilizzano il web per cercare i servizi e le informazioni. È in questo contesto che è necessario applicare la SEO, altrimenti da un lato si sprecano soldi e tempo, dall’altro si rischiano pesanti sanzioni qualora si dovessero infrangere le misure imposte dal Decreto Dignità.

Un esempio pratico è l’importanza della correlazione tra parole chiave e contenuti proposti agli utenti. Se una persona utilizza una keyword con l’intento di conoscere i bonus delle piattaforme di betting, è necessario proporre subito delle tabelle comparative, in questo modo potrà individuare il sito migliore e ottenere le informazioni che stava cercando.

In altri casi invece, se un utente vuole conoscere un tipo di scommessa particolare come il betting exchange, perché ne ha sentito parlare e vorrebbe provare a giocare, bisogna fornire delle guide dettagliate e suggerire le piattaforme giuste in cui trovare questo servizio.

Quanto conta la tecnica e quanto invece l’esperienza per posizionare un sito web di betting?

Entrambe contano tantissimo, infatti senza competenze tecniche SEO approfondite non si riuscirà mai ad emergere con un progetto nel settore delle scommesse online. Allo stesso modo la mancanza di esperienza è un difetto grave, in quanto non permette di conoscere i meccanismi che consentono di usufruire di un valore aggiunto rispetto alla concorrenza.

Dopo oltre 10 anni di attività in questo campo, possono affermare senza alcun dubbio che servono tanta esperienza e ottime capacità tecniche. Oltre alla SEO bisogna conoscere anche il web marketing, per pensare in modo strategico e affrontare la sfida a 360 gradi, con una visione di lungo periodo che permette di pianificare ogni azione in maniera consapevole.

Come è cambiata la SEO di oggi nel settore delle scommesse online rispetto a quella di 10 anni fa?

In passato molti professionisti usavano tecniche borderline, metodi che consentivano un posizionamento rapido senza troppi rischi, aggirando il motore di ricerca in quanto non era in grado di individuare la maggiore parte dei portali che utilizzavano metodi black. Oggi non è più così, sebbene qualcuno che resiste con tale approccio ci sia sempre.

Google è diventato davvero esperto e riesce a individuare subito un comportamento non regolare, perciò o lavori in un certo modo o rischi una penalizzazione che distrugge tutto il progetto in un istante. Personalmente ho sempre preferito lavorare in modo costruttivo, come testimoniano i tanti siti web che gestisco da anni e sono sempre ai vertici di SERP estremamente competitive.

Tuttavia oggi è ancora più importante che in passato muoversi nella maniera giusta, offrire valore agli utenti e operare in modo trasparente. Per questo motivo offro servizi dedicati di consulenza per il settore del gambling, per orientare chi vuole fare un business serio evitando che possa compromettersi, soprattutto quando con le giuste competenze e professionalità si possono ottenere risultati migliori.

(Visitato 20 volte, 1 visite oggi)

Coronavirus, vaccino anche per il sindaco di Forte dei Marmi: “Giusto ed etico farlo”

Successo nel concerto streaming di Lucrezia Eleonora dell’Aquila