Il sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti ha ricevuto ieri un avviso di garanzia con quale gli viene contestato il reato di falso ideologico. 

L’accusa nasce da un episodio del 2019 quando il Partito Democratico locale presenta un esposto in Procura, per rimarcare come una serie di ordinativi effettuati dal comune fossero avvenuti nei confronti di una azienda di famiglia dello stesso sindaco Giovannetti, che si occupa di materiali agricoli. L’iter giudiziario è andato avanti e si è arrivati all’avviso di garanzia nei confronti del primo cittadino di Pietrasanta.

Difesa

“Si tratta di un atto dovuto – afferma Sandro Guerra, legale difensore di Giovannetti – di fronte ad accuse totalmente infondate. Si discute di prestazioni eseguite da alcune imprese che sulla carta vedono socio il sindaco, al pari di tutti i suoi familiari, con un corrispettivo economico assolutamente modesto, nell’ordine di poche centinaia di euro”

Le reazioni: Pd

“La notizia dell’avviso di garanzia a Giovannetti non giunge come una sorpresa: quando abbiamo sollevato il problema dell’incompatibilità e del conflitto di interessi avevamo fatto, più volte, riferimento alla dichiarazione di accettazione dell’incarico da parte di Giovannetti. Ma l’avviso di garanzia al sindaco non necessita commenti politici salvo quello ovvio e doveroso che questo è uno strumento a tutela della persona indagata e che la stessa è innocente fino a prova contraria”. Lo scrive Ettore Neri, capogruppo del Pd del consiglio comunale di Pietrasanta, commentando l’avviso di garanzia per il sindaco Alberto Stefano Giovannetti con il quale la procura gli contesta il reato di falso ideologico, per aver acquistato per conto del comune presso una ditta del quale lo stesso primo cittadino è socio.

“Noi ci auguriamo -aggiunge – che tutto finisca presto e bene per il sindaco di Pietrasanta. La politica deve però riflettere su dei dati oggettivi. Vogliamo ribadire e sottolineare che il pubblico amministratore è tenuto, quanto meno moralmente, a svolgere il proprio incarico a vantaggio della comunità abbandonando totalmente i propri interessi privati e ad agire in totale trasparenza e con il pieno coinvolgimento della popolazione”.

Le reazioni: Forza Italia

“Ieri non è stato un giorno facile per l’amico Alberto Giovannetti. Prima di tutto desideriamo esprimere le sincere e sentite condoglianze per la dolorosa perdita del padre Adriano. In merito all’avviso di garanzia ricevuto dal sindaco, ribadiamo il nostro sentimento da sempre garantista, quale atto dovuto a tutela dello stesso”. Lo scrive la segreteria di Forza Italia di Pietrasanta (Lucca) commentando l’avviso di garanzia per il sindaco Alberto Stefano Giovannetti col quale si ipotizza il reato di falso ideologico. “Confermiamo la nostra fiducia nella

magistratura – scrive Forza Italia – e siamo certi della correttezza dei comportamenti tenuti dal sindaco nell’esercizio delle sue funzioni e che tale procedimento verrà presto archiviato, come del resto sostiene il suo avvocato che ha letto le carte. Sul piano politico giudichiamo scorretto e poco responsabile l’atteggiamento del Pd di Pietrasanta che parco di argomenti politici da garantirgli il consenso dei cittadini, si rifugia in ipotetiche soluzioni giudiziarie. L’onestà intellettuale e materiale di Alberto Giovannetti, oltre che la sua generosità umana, è sentore comune, ed il fatto di averlo trascinato in questa vicenda dimostra la spregiudicatezza di chi continua ad utilizzare strumenti diversi dal corretto confronto politico”.

(Visitato 1.283 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 29-01-2021


Incidente in scooter, muore 35enne

Muore storico commerciante e padre del sindaco, lutto in municipio