“Come noto il Comune di Massarosa non è in condizione di rispettare la scadenza del prossimo 18 febbraio per beneficiare del contributo regionale assegnato a favore della scuola di Quiesa, in quanto il procedimento di conferma dell’assegnazione delle risorse economiche prevede la necessità di aver provveduto all’aggiudicazione  entro il termine suddetto, mentre l’amministrazione comunale di Massarosa si trova ancora nella fase di redazione del progetto esecutivo”.

E’ quanto spiega l’assessore alle infrastrutture e urbanistica Stefano Baccelli sulla vicenda della scuola di Quiesa, nel Comune di Massarosa (Lu).  

“Per questo motivo – prosegue l’assessore – nonostante il comportamento a dir poco incomprensibile del sindaco Coluccini su questa vicenda e, in particolare, nei miei confronti, ho avuto cura di attivarmi per verificare la possibilità di una proroga del termine di scadenza del contributo di 360.000 euro a valere sui fondi POR, nell’interesse dei giovani studenti e dei loro familiari e di tutta la comunità massarosese”.

“Auspico quindi – conclude – che il Comune di Massarosa a stretto termine di tempo espliciti la richiesta di proroga rispetto alla quale gli uffici regionali competenti  valuteranno la possibilità di una proroga di qualche mese. Mi preme sottolineare che il procedimento è ancora attivo e quindi il contributo tecnicamente elargibile, sulla scorta e grazie alla “certificazione” dell’impegno di spesa avvenuto sotto l’amministrazione del sindaco Franco Mungai”.

(Visitato 193 volte, 1 visite oggi)

Inaccettabile il diniego di Brocchini a convocare la Commissione scuola

Massarosa dimentica di fare il bando. Cittadini senza il contributo affitto