PIETRASANTA. Con la scomparsa di Goffredo Giannini se ne va uno dei protagonisti della lotta di liberazione in Versilia. La bandiera dell’Anpi e il cordoglio di tutta l’Associazione salutano il partigiano Giannini che nel 1944 fu tra i protagonisti della Resistenza versiliese e della liberazione delle città di Camaiore e di Pietrasanta. In particolare Giannini, appartenente alla formazione “Bandelloni”, dopo aver affrontato sul monte Altissimo e a Montornato in scontri a fuoco l’esercito occupante tedesco, appena diciottenne fece parte della pattuglia che nel tardo pomeriggio del 18 settembre entrò in Pietrasanta insieme alle avanguardie dell’esercito alleato.

Giannini è stato fino in fondo coerente e attivo antifascista dopo aver ricoperto, nel corso degli anni Settanta, la carica di presidente dell’Anpi di Pietrasanta e quella di consigliere comunale di questa città – eletto per due mandati, quale indipendente, nelle liste del Pci – durante le giunte di sinistra col sindaco Rolando Cecchi Pandolfini.

Ai figli e ai familiari giunga il cordoglio e la vicinanza della sezione “Gino Lombardi” Versilia, del presidente prof. Giovanni Cipollini e di tutto il consiglio direttivo.

(Visitato 239 volte, 1 visite oggi)
TAG:
anpi antifascismo lutto

ultimo aggiornamento: 23-02-2021


Droga, trovato con 4 kg di marijuana in casa

Nel nuovo video di Lialai… spunta Rocco Siffredi