“Pietrasanta non ha numeri, al momento, tali da considerare l’ipotesi della zona rossa. Il tasso di contagio è al di sotto della soglia di 250 casi ogni 100.000 abitanti. Abbiamo numeri da zona arancione: 225 casi ogni 100 mila abitanti così come altri comuni della Versilia. Non vedo perché si debba danneggiare oltre le imprese, già devastate da un anno di pandemia, in quei territori dove il contagio è ancora sotto controllo. Se nei prossimi giorni i dati ci diranno che c’è un peggioramento della situazione pandemica, non avrò problemi a considerare l’ipotesi della zona rossa per il comune di Pietrasanta. Ma al momento, considerando l’obiettività dei numeri, la mia amministrazione non vuole inferire. Fino a che saremo nelle condizioni di poter restare aperti resteremo aperti”: così il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti sull’ipotesi di una Versilia in Zona Rossa. Il sindaco di Pietrasanta rinnova l’invito ai suoi concittadini al rispetto delle misure anti-contagio: “mascherina, distanziamento e lavaggio delle mani frequente, prudenza e responsabilità. L’andamento della pandemia dipende dai nostri comportamenti”.

(Visitato 819 volte, 1 visite oggi)

Lavori pubblici: 8 chilometri di nuove fognature a tutela della salute e ambiente

“Il sacrificio di parti del territorio non hanno evitato che tutta la regione finisse in fascia rossa”