Il programma dell’evento organizzato dal Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana, Navigo e Holland Yachting Group 

Forniture sostenibili, nuovi materiali di costruzione, efficientamento energetico e propulsioni, riduzione delle emissioni e nuovi combustibili. Quali le migliori soluzioni, quale la migliore strada verso una sostenibilità del settore dal punto di vista di chi opera nel mercato globale. Sono questi i temi che saranno affrontati nel corso del Superyacht Cluster Matching, evento digitale in programma il prossimo 22 aprile 2021 che metterà a confronto imprese, cantieri e fornitori di due distretti nautici tra i più importanti al mondo: quelli di Italia e Olanda, due Paesi a forte vocazione nautica.

Il programma prevede l’apertura da parte di Pietro Angelini, General Manager di NAVIGO e CEO Rete Penta, soggetto gestore del Distretto Nautico Toscano seguita da un opening un webinar che vedrà la presenza in qualità di relatori di alcuni tra i protagonisti della nautica internazionale. Tra loro – moderati da Hein Velema, organizzatore e partner di MarstratFarouk Nefzi Marketing Manager di Feadship, Paolo Bertetti Vice Presidente R&D San Lorenzo, Vienna Eleuteri esperta in sviluppo sostenibile e Vice Presidente Water Revolution Foundation, Vincenzo Poerio Ad Tankoa Yachts e Arie Van Andel responsabile tecnico Oceanco.

Superyacht cluster matching

Estremamente utili per lo sviluppo di innovazione tecnologica, ricerca di soluzioni sostenibili e a basso impatto ambientale a cui sono interessati cantieri navali e imprese della fornitura sono i quattro workshop che seguono. Il primo “Zero emissioni” è dedicato all’approfondimento degli obiettivi dell’IMO (International Maritime Organization) di ridurre quelle di CO2 almeno del 40% entro il 2030 e del 70% entro il 2050 e alle proposte tecnologiche che possono aiutare il settore a realizzare l’intento di riduzione. “Energy efficiency” è il workshop focalizzato su progetti e prodotti con soluzioni innovative che possano dare un contributo sostanziale alla sostenibilità dei superyacht.  Il workshop “Supply Chain sostenibile” si concentra sui materiali utilizzati per costruire i superyacht e il loro impatto sull’ambiente. Nuove tecnologie, nuovi modi di produrre e nuovi materiali possono avere un’influenza positiva sulla sostenibilità dei superyacht. Il focus approfondisce da un lato la disponibilità, sul mercato globale, di sistemi e prodotti innovativi a disposizione dei cantieri e, dall’altro, le nuove sfide della ricerca. L’ultimo workshop riguarda un approfondimento sul database delle soluzioni sostenibili di Water Revolution Foundation, presentato da Robert Van Tol, vicepresidente della fondazione.

Crescono le adesioni dei più importanti cantieri navali tra cui Royal Huismann, Heesen Yachts, Fipa Group con il brand Maiora, Baglietto, Azimu Benetti, Velmare oltre ai già citati Feadship, Tankoa Yachts, Sanlorenzo, Oceanco

Sono iscritti fornitori italiani e olandesi (per nominarne alcuni: Guidi Srl leader nella produzione di accessori nautici, ATS (impianti idraulici navali), Termodinamica (ingegnerizzazione e produzione dei sistemi HVAC più avanzati), Van Oossanen Naval Architects, MAR-IX advances HVAC che avranno la possibilità di partecipare anche ai B2B virtuali, dove incontreranno direttamente i rappresentanti dei cantieri navali.

Obiettivo dell’evento è avviare uno scambio tra i due distretti nautici, tra i più importanti al mondo attorno alla più grande sfida del settore: la sostenibilità. La collaborazione tra i cantieri navali e le imprese di fornitura e servizi può generare terreno fertile per sviluppare innovazione tecnologica e ricerca di soluzioni sostenibili e a basso impatto ambientale, rispettando le esigenze del cliente ed essendo competitivi sul mercato. 

SMC è organizzato dal Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana insieme a NAVIGO, società di innovazione e sviluppo della nautica e da Holland Yachting Group, organismo parte del Netherlands Maritime Technology, la più rappresentativa associazione marittima olandese assieme a Marstrat.

Superyacht Cluster Matching è sponsorizzato dalle realtà internazionali Onlyyard Ship Insurance, specializzata in assicurazioni per Superyacht e crew e da RINA, che accompagna l’adempimento dei più alti standard di sicurezza ai proprietari e ai fabbricanti di yacht, da Camera di Commercio di Lucca e Lucca Promos, con il progetto di promozione territoriale The Lands of Giacomo Puccini, Rotterdam Maritime Capital of Europe e Topsector Water & Maritiem.

Per avere ulteriori informazioni e per le registrazioni è possibile consultare il sito https://superyacht-clusters-matching-2021.b2match.io/ o scrivere a [email protected] 

Viareggio, 19 aprile 2021 

(Visitato 63 volte, 1 visite oggi)

“Benedetta e Niccolò” [Recensione libro]

Un debutto toscano in vetta alle classifiche: intervista a Nicoletta Verna