Le segreterie toscane di Filcams Cgil e Uiltucs Uil hanno proclamato, per il 25 aprile e il primo maggio, sciopero nel commercio. “La regione Toscana avrebbe dovuto intervenire, con ordinanze restrittive, come aveva fatto per le festività di Pasqua e Pasquetta.

Rispettare il significato e il valore sociale di queste festività – spiegano i sindacati – dovrebbe essere un dovere di tutti. Il nostro invito è di restare a casa anche per tutelare la salute di chi lavora e di tutti noi”. Cgil e Uil definiscono “vergognosa la decisione di tenere aperti supermercati e centri commerciali da parte di alcune aziende”, oltre che “irrispettosa verso i lavoratori e le lavoratrici”.

(Visitato 120 volte, 1 visite oggi)

Perini, la preoccupazione di Fiom Cgil: “Verso un disastro produttivo e occupazionale”