È cominciata La due giorni che deciderà  le vincitrici della Coppa Italia di Serie B Serie A2 e Serie A1 di hockey su pista e ha  già emesso il primo verdetto. Infatti  in una partita dai due volti, dopo un inizio lampo del Pesaro avanti per 2 reti a zero, Vercelli si è aggiudicata la finale della Coppa Italia Serie B con un ritorno firmato da Francazio che con una prestazione maiuscola ha dapprima rimesso in partita i suoi per poi spostare definitivamente gli equilibri nonostante un tentativo di rientro dei marchigiani. Vercelli si aggiudica quindi la coppa Italia Serie B.

Alle 18.00,

In un avvincente scontro tra le due toscane Forte dei Marmi e Galileo Follonica, non sono bastati i tempi regolamentari per far prevalere una delle due squadre infatti il risultato dei 50 minuti regolamentari  e successivi supplementari si è concluso sul punteggio di 6 a 6. 

 Ai rigori gol di Pagnini, pareggio di Maremmani per il Forte , errore di Pagnini Marco e gol del sorpasso di Ambrosio per i versiliesi, grande gol della sorpresa Bonarelli per  Follonica, Motaran contro Barozzi segna il parziale 9 a 8, ma l’errore di Montigel, e il successivo gol di Casas è il 10 a 8 definitivo per il Forte dei Marmi che vale la finale contro  la vincente del match delle 21:00 Credit Agricole Sarzana e Amatori Wasken Lodi.

La partita prende subito una piega favorevole ai liguri con il

Vantaggio di Chicco Rossi grazie a  un tap in che non da scampo a Grimalt su tiro da fuori di Ipinazar. Personalità in fase difensiva e ritmo da parte dei ragazzi di Alessandro Bertolucci che nella prima parte di gara fanno la differenza. Lodi fatica a trovare soluzioni in attacco solo Mendez cerca insistentemente il gol ma Corona risponde.

Rigore per Sarzana, fallo su un avanti rosso nero.

Galbas contro Grimalt ma la traversa dice no ai liguri.

Time out Lodi con Bresciani che tranquillizza i giallorossi e  li invita ad attendere e non forzare il gioco.

Dopo una fase statica in cui la tattica prevale, arriva il gol di De Rinaldis su punizione a 12:30 dalla fine del primo tempo, 2a0 Sarzana .

Ma Lodi con un gran tiro di Checco Compagno accorcia subito le distanze.  Ancora l’asse Osorio Ipinazar porta avanti Sarzana sul 3 a 1 mettendo in luce le difficoltà che stasera ha la retroguardia lodigiana. Situazione falli pesante per Sarzana a quota  9 e, a 6 minuti dalla fine grande tiro accompagnato di Mimmo Iliuzzi che supera Corona.

Decimo fallo di Sarzana e tiro libero di Compagno che segna ma l’arbitro Carmazzi fa ripetere e il lodigiano sbaglia. Successivamente Corona ferma Mendez in contropiede. Il primo tempo si chiude sul 3 a 2 per Sarzana.

Secondo tempo che inizia senza il “lodigiano” Alberto Greco  costretto a lasciare la pista per un serio infortunio muscolare.  Al 6.49 Torner trasforma il pareggio dopo il 15 fallo di Sarzana.

Osorio non sfrutta il decimo fallo commesso da Elia Cinquini e poco dopo Ipinazar non riesce a trasformare il tiro diretto per fallo di Compagno grazie alla traversa.

Miracolo di Grimalt su azione di Galbas a 9.30 dal termine della gara e secondo tempo che non si sblocca.

Lodi sfortunato su tiro di  Eric Torner che colpisce l’incrocio a portiere battuto e a 4.36 dalla fine dei regolamentari la Situazione falli e 18 Sarzana 10 Lodi.

Jordi Mendez combina con Torner e segna ribaltando il risultato a favore di Lodi. Nel finale non bastano i 5 giocatori di movimento per Sarzana, il muro giallorosso regge e si aggiudica la possibilità di giocare la finale contro i padroni di casa di Forte dei Marmi.

Domani mattina alle 11.00 grande battaglia dei ragazzi del CGC  Viareggio contro i gialloverdi del Vercelli per l’assegnazione della coppa Italia Serie A2 in una finale che si preannuncia molto combattuta. Alle 11 la finale femminile tra roller Matera e hockey Valdagno . E alle 18.00 la finalissima che andrà a chiudere la  kermesse di questa splendida final four che assegnerà il primo trofeo della stagione.

(Visitato 171 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 25-04-2021


Incendio sopra Massa, fiamme visibili fin dalla Versilia

25 aprile a Sant’Anna di Stazzema. “Qui un pezzo della nostra storia che non dobbiamo dimenticare”