Visite guidate e su prenotazione: si riaprono finalmente i portoni della Chiesa di San Francesco e dell’Oratorio degli Angeli Custodi. Dopo mesi di stop, infatti, la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha deciso di ripartire con un nuovo programma di visite guidate alla scoperta del complesso conventuale dedicato al Santo di Assisi e dell’Oratorio, vero gioiello barocco, anch’esso, oggetto di un importante restauro realizzato dall’ente di San Micheletto. Restauro che adesso, in contemporanea con la riapertura al pubblico, sarà nuovamente al centro di nuovi lavori di adeguamento strutturale, in vista di un suo utilizzo per concerti ed eventi.

LE RIAPERTURE E LE VISITE GUIDATE

Ma andiamo con ordine. La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha programmato la riapertura della Chiesa di San Francesco e dell’Oratorio nei week end, a partire da sabato 8 maggio per visite libere dalle ore 10 alle 19 e annunciato un calendario di tour guidati gratuiti, tutti da svolgere nel pieno rispetto delle normative anti-contagio.

Nella Chiesa di San Francesco sarà la Cooperativa Idea a curare lo svolgimento dei tour guidati a partire da domenica 16 e, per tutto il mese di maggio, ogni domenica alle ore 16.00. È necessario prenotare contattando il numero di telefono 342.1466451 o tramite e-mail a [email protected].

All’Oratorio le visite saranno organizzate a cura di TurisLucca a partire da venerdì 14 maggio, ogni venerdì con orari 18-19, 19-20 e 20-21, con prenotazione obbligatoria ai numeri di telefono 0583.342404 e 348.3828294 o all’indirizzo mail [email protected].

Oratorio degli Angeli

I LAVORI ALL’ORATORIO

Ma si guarda anche al futuro. La Fondazione CRL ha infatti stanziato 80 mila euro per realizzare nuovi lavori nell’Oratorio, che, una volta ultimati, consentiranno di svolgere, al suo interno, eventi musicali e culturali. Le opere riguarderanno principalmente la predisposizione di un impianto di riscaldamento e il posizionamento di sedute per il pubblico. Un intervento che non pregiudicherà in alcun modo la fruizione dell’edificio durante le aperture al pubblico, ma che si presenta come un deciso segnale di speranza in vista di un ritorno alla condivisione, insieme e in presenza, della cultura e del bello.

(Visitato 46 volte, 1 visite oggi)

Al comune di Forte dei Marmi disponibili 4 posti per il servizio civile regionale

Arte: “Hortus Coclusus” nel giardino dell’Età dell’Oro di Dania Zanotto e Dany Vescovi