Il comitato di redazione del quotidiano toscano Il Tirreno ha proclamato lo sciopero per oggi dopo un confronto con la nuova proprietà Sae, che ha rilevato la testata da Gedi solo da quattro mesi, insieme alle Gazzette di Modena e Reggio e alla Nuova Ferrara. “La proprietà – scrive l’Assostampa toscana – intende avvalersi di ammortizzatori sociali pesantissimi a carico di un corpo redazionale già sottoposto a un gravoso carico di lavoro, e sta anche tagliando e riducendo in maniera drastica i rapporti di collaborazione con i fotografi, indispensabili per confezionare un quotidiano che ha una fitta rete di edizioni locali”. 

 Il segretario generale della Federazione Nazionale della stampa, Raffaele Lorusso, e il presidente dell’Associazione Stampa Toscana, Sandro Bennucci, a nome degli organismi sindacali che rappresentano, “si schierano al fianco dei colleghi, pronti ad intervenire ad ogni tavolo della vertenza e richiamano l’azienda a rispettare gli impegni presi soltanto pochi mesi fa, quando subentrò a Gedi: ossia rilanciare  e potenziare il giornale e non scaricare pesi e costi sui giornalisti e sui fotografi, che faticosamente, anche dopo la recentissima e non indolore riorganizzazione del lavoro, assicurano ai lettori quel prodotto completo che non potrebbe più essere garantito in presenza di un piano di tagli che andrebbe a incidere, fatalmente, sulle buste paga e sulle presenze”.

(Visitato 53 volte, 1 visite oggi)

Covid, Giani: In Toscana 367 nuovi casi, tasso positivi 1,67%

Covid, Giani: I nuovi casi registrati in Toscana sono 651 su 23.271 test