Si è aperta venerdì 7 maggio a Pietrasanta nel suggestivo spazio della Sala delle Grasce  con vista su Piazza Duomo, Via Sant’Agostino 1,  la mostra “Hortus Conclusus” con opere di Dany Vescovi e Dania Zanotto, alla presenza degli artisti del curatore, Alberto Mattia Martini e dell’organizzatore e presidente dell’associazione “Quattro Coronati”, Daniele Lucchesi. La mostra resterà aperta fino al 30 maggio dal martedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.00, sabato e domenica su appuntamento nel rispetto delle disposizioni previste dal DPCM prenotando al numero di tel. 379.1888725. L’ingresso è libero.  

Opera Dania Zanotto

La mostra vuole focalizzarsi sul concetto di Hortus Conclusus, che trova le proprie origini nell’epoca medievale, durante la quale si immagina e successivamente si realizza concretamente un luogo tangibile cinto da mura, al cui interno si trova un giardino, uno spazio naturale, dove si coltivano piante officinali ed aromatiche, una sorta di “zona franca” completamente isolata dal mondo esterno. Una zona quindi volutamente circoscritta, che separa l’interno dall’esterno, il privato dal pubblico, dove l’uomo può ritrovare, la propria intima identità, allontanandosi e prendendo le distanze dalla società, che spesso “mercifica” ed annulla l’unicità dell’individuo.  Gli artisti Dania Zanotto e Dany Vescovi riflettono questi concetti, con le loro opere di pittura e installazioni,  evocando l’atmosfera spirituale dell’hortus conclusus, intervenendo con le loro opere sull’idea di silenzio, di riflessione intimistica, sul fluire delle emozioni e sull’immagine di rinascita e di purificazione, ma anche sul concetto di luogo, inteso come spazio sociale di convivenza.  Sicuramente protagonista è anche la natura che avvolge e coinvolge il fruitore, non solo fisicamente, ma concettualmente con la simbologia di elementi come: piante, erbe e fiori, atti a rappresentare la forza creatrice, una sorta di autorevolezza e fascino divino apportatrice di gloria eterea. 

(Visitato 38 volte, 1 visite oggi)

Scacchi: gemellaggio tra scuola di Massarosa e la Corsica

L’altra Villa di Villa Bertelli inaugura con MercArte di Fabrizio Gatta