Quando gli agenti della Questura di Lucca stamani, attorno alle 5, si sono presentanti alla porta dell’uomo, dopo numerose segnalazioni dei vicini, questi ha ammesso di essere lui ad aver appiccato un fuoco in uno spazio comune del condominio e di aver lanciato, dalla finestra, qualche bottiglia.

L’uomo, italiano, 32 anni, dipendente di banca, ha anche spiegato agli agenti il motivo del suo gesto: noia, forse depressione a causa delle restrizioni per le normative anticovid. Dai successivi accertamenti è emerso anche che il 32enne era titolare di una licenza per tiro al volo ed era in possesso di diverse armi da fuoco e da taglio, tutte regolarmente detenute, un piccolo arsenale: due fucili, una pistola, numerosi coltelli, manganelli e manette.

Alla luce di fatti però gli uomini della Polizia di Stato hanno ritirato cautelativamente tutte le armi e hanno denunciato l’uomo per getto pericoloso di cose. L’impiegato, dopo la visita in ospedale, è rientrato nella propria abitazione.

(Visitato 2.392 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 15-05-2021


Covid, Giani: i nuovi casi registrati in Toscana sono 529 su 23.293 test

Covid, in Toscana altri 506 nuovi positivi