Erano giunti a Forte dei Marmi con uno scuter intestato a un
pluripregiudicato di Ferrara. Interrogati su questo aspetto non hanno saputo fornire valida giustificazione dell’indebito possesso.

Nella Provincia di Lucca sono arrivati da Napoli nella mattinata di sabato 19 con un furgone preso a noleggio, che hanno poi sapientemente parcheggiato a Lucca per poi con lo scuter raggiungere Viareggio ove hanno preso alloggio in un albergo del centro fornendo al portiere, tra l’altro, documenti falsi artatamente confezionati. Alle 23 in punto di Sabato, vengono intercettati dagli agenti del Commissariato di Forte dei Marmi mentre gironzolavano per il centro cittadino.

Il loro evidentissimo intento di perpetrare rapine ai danni di ignari
possessori di orologi di pregio (intento che essi stessi hanno poi confermato
in sede di spontanee dichiarazioni) è stato interrotto dall’attento e oculato
intervento degli agenti, i quali nei loro confronti non hanno potuto fare altro che munirli di foglio di via obbligatorio e rispedirli nella stessa nottata di sabato con solerte rapidità, in direzione della città di provenienza.
Contestualmente, però, i due soggetti: entrambi trentasettenni e
originari di Napoli; sono stati anche denunciati per possesso e utilizzo di
documenti falsi e per il furto dello scooter utilizzato per raggiungere il centro di Forte dei Marmi.

(Visitato 776 volte, 1 visite oggi)

Massarosa si costituisce parte civile nella vicenda dei possibili smaltimenti illeciti

Tragedia sulle Apuane, uomo precipita per 200 m. dal Monte Procinto